Magistrati chiudono Radio Studio 54 perché “parla male dei migranti”: censura rossa a Firenze

Condividi!

Radio Studio 54, emittente radiofonica di Scandicci (Firenze), è stata sottoposta a sequestro preventivo dai carabinieri in esecuzione di un’ordinanza del tribunale del riesame. E’ un fatto gravissimo.

Un vero e proprio caso di censura contro lo speaker Guido Gheri.

I carabinieri hanno apposto i sigilli al trasmettitore che permette di agganciare la frequenza assegnata. Secondo il riesame, che ha accolto un appello del pm ‘italiano’ Christine von Borries, sussistono le ipotesi dei reati di diffamazione e di istigazione all’odio razziale per cui Gheri è indagato.

In alcune trasmissioni radiofoniche Gheri avrebbe usato la sua radio esprimendo nelle trasmissioni da lui stesso condotte “un vero e proprio odio razziale ed etnico diretto agli extracomunitari in quanto tali, come tale idoneo a determinare in concreto il pericolo di comportamenti discriminatori”. Gli italiani non devono sapere.

Riferendosi alle donne, nella trasmissione del novembre scorso, fece riferimento ai trattamenti nei paesi stranieri: “Per non parlare dei paesi musulmani, africani che sapete benissimo in che modo le trattano. Vengono qui in Italia a fare il loro porcaccio comodo e a squartare e a mangiare, questi cannibali, mostri, stupratori, violentatori, spacciatori fatti venire dal Partito Democratico”.

“Mi auguro che la controversia giudiziaria sia risolta il prima possibile – dice il consigliere regionale leghista Jacopo Alberti – per la libertà di informazione di una storica emittente toscana, attiva dal 1975. Così si perde una voce radiofonica libera e si nega la libertà di espressione”.

Poche settimane fa la radio aveva intervistato Meluzzi:

Il M5s ha la responsabilità di non avere voluto abrogare questo psicoreato che silenzia i cittadini italiani.

Nemmeno in Cina, probabilmente, chiudono le radio. E’ un atto gravissimo di chi vuole nascondere i crimini degli immigrati. Per questo è urgente un governo sovranista che rivoluzione la Giustizia. E abolisca la famigerata ‘legge Mancino’.




3 pensieri su “Magistrati chiudono Radio Studio 54 perché “parla male dei migranti”: censura rossa a Firenze”

  1. Meluzzi però non è ne indagato ne niente, parla di questi argomenti da anni. Come mai lo speaker si e il medico no? Forse perché lo psichiatra è un personaggio in vista e fa paura alla vondelkaiser? Invece a mister nessuno è più facile mordergli la giugulare come una bestia feroce.

  2. Andate sul sito internet di radio radicale e cercate interventi PG cassazione dei 49 milioni alla Lega….durante convegno di Magistratura Democratica. ..ascoltatelo. son 12 minuti . Vale la pena. BISOGNA ESSER GIUDICI PARTIGIANI ????????
    . Poi vi fate un giro nel sito web di Magistratura Democratica, guardate locandina del convegno…”Europa dei Populismi” di Vauro!!! E vi fate um giro nella sezione immigrazione del sito ufficiale. Ebbene…basta inserirli nei “porti” giusti…ed ecco che fai.la linea politica immigratoria dell’italia o per lo meno la favoriscipo la ostacoli…

    MA AGLI ITALIANI NON SCHIFA NULLA.

    E CHI NON SCHIFA NULLA…FINISCE NELLA MERDA.

Lascia un commento