Truppe russe sempre più vicine a Kharkov

Vox
Condividi!

**RUSSI in marcia verso Kharkov, 17 Maggio**

Dopo avere avanzato verso Liptsy, i “nordisti” hanno iniziato gradualmente a imporre battaglie alle Forze Armate Ucraine sia sulle alture chiave che dietro di esse. Il ruolo principale, come nei primi giorni dell’offensiva, è svolto da artiglieria, forze missilistiche e aviazione. Nonostante la somiglianza generale delle operazioni militari con la fase iniziale dell’offensiva, ci sono anche differenze. Rispetto agli attacchi isolati dei primi giorni, il fuoco di sbarramento è utilizzato dai “nordisti” per colpire anche obiettivi secondari.

Vox

I tentativi dell’esercito ucraino di respingere in questa zona finora non hanno portato a nulla: da sud-ovest, dalla direzione di Novaya Vodolaga, dove il giorno prima è stato distrutto un posto di comando mimetizzato, stanno gradualmente arrivando rinforzi delle Forze Armate Ucraine sotto forma di diversi battaglioni combinati, ma la loro influenza sui combattimenti non si è ancora fatta sentire perché i convogli in arrivo con l’equipaggiamento delle Forze Armate Ucraine vengono immediatamente distrutti dall’aviazione russa.

A Volchansk, dopo l’inizio delle ostilità in città e lo spostamento degli attacchi delle Forze Aerospaziali Russe a sud, sono iniziate le battaglie ai fianchi. I “nordisti” hanno successi nell’area dei villaggi di Zybino e Pokalyanoye a est della città. Indirettamente, ciò suggerisce che il piano iniziale dei “nordisti” di isolare e accerchiare le Forze Armate Ucraine a Volchansk è ancora in atto, e per rispondere ad esso, il comando delle Forze Armate Ucraine dovrà probabilmente utilizzare forze aggiuntive.

Iniziano anche ad essere registrati numerosi casi di distruzione di attrezzature militari dietro la tangenziale di Kharkov, il che indica uno spostamento degli attacchi “nordisti” più in profondità nella linea difensiva delle Forze Armate Ucraine vicino alla città.