Trovato ‘colpevole’ degli insulti ‘razzisti’ al portiere del Milan Maignan: operaio sindacalista

Condividi!

Stupratori scendono dai barconi per stuprare i vostri figli:

Appena sbarcati molestano tre ragazzini ad Agrigento: niente arresto, messi in resort di lusso

Altri fuggono dai domiciliari per fare lo stesso:

Fugge dai domiciliari e incontra due ragazze per strada: stuprate a Trieste

Ma, tranquilli, la sicurezza è salva. Perché hanno individuato l’operaio ‘razzista’:

E’ stato identificato e verrà denunciato dalla Digos di Torino un tifoso della Juventus che, domenica, durante il prepartita tra la squadra bianconera e il Milan, ha rivolto insulti al portiere rossonero, Mike Maignan, che si stava riscaldando, lo ha apostrofato con frasi razziste e poi pubblicato il video sui social. Per il tifoso, un operaio sindacalista di origine veneta, iscritto a un club bianconero del veronese, l’ipotesi di reato è istigazione all’odio razziale. L’uomo che è stato identificato grazie alle immagini dell’impianto di video sorveglianza dell’Allianz Stadium verrà anche sanzionato per violazione del regolamento dell’impianto sportivo che prevede che la Juventus vieti autonomamente l’ingresso al tifoso nello stadio.

Maignan era stato apostrofato con “Negro, scimmia”. Il portiere aveva reagito così sui social: “Sono Mike, in piedi, nero e orgoglioso. Finché potremo usare la nostra voce per cambiare le cose, lo faremo”.

Se voi scriveste lo stesso, arriverebbe la Digos.

Sia chiaro: troviamo sciocco e di cattivo gusto offendere qualcuno definendolo ‘scimmia’ – negro è invece la definizione semanticamente corretta -, ma qualcuno ci deve spiegare perché ad ‘arbitro cornuto’ la Digos non si muove e, invece, lo fa per ‘negro scimmia’.

I fondi americani ci stanno ‘americanizzando’. Con le loro follie politicamente corrette vogliono trasformare gli stadi in una sorta di Mc Donald’s con annesso campo di calcio.

Non vi sfuggirà l’ironia dell’operaio sindacalista morto di fame che viene ‘arrestato’ perché ‘discrimina’ il negro milionario.

C’è uno sterminato campo dove fare proselitismo. Abbiamo già vinto. Se solo Putin si decidesse a staccare l’ultimo assegno…




4 pensieri su “Trovato ‘colpevole’ degli insulti ‘razzisti’ al portiere del Milan Maignan: operaio sindacalista”

  1. Ma del resto, appartiene allo stesso partito cui apparteneva quella gentil donzella che definì “froscione dimmerda” un ex compare poi passato al Renzino, senza pagarne alcun dazio da parte di giudici o vari penitenzialisti mediatici, altrimenti pronti ad approfittare di una virgola fuori posto quando a parlare sono gli avversari politici.

  2. Le stronzate vengono perseguitate e punite a norma di legge quando un bianco dice ad un negro “negro”.Con l’aggravante che se è negro non gli può dire bianco oppure grigio.Sono belinate che lasciano il tempo che trovano,visto che stupratori seriali,spacciatori,scorreggioni e pisciaroli in genere il giudice li scarcera subito.

Lascia un commento