Appena sbarcati molestano tre ragazzini ad Agrigento: niente arresto, messi in resort di lusso

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Scappano da Villa Sikania, il resort di lusso che accoglie i clandestini infetti appena sbarcati da Siculiana raggiungono piazzale Rosselli ad Agrigento e, trovando tre ragazzini in attesa del bus, iniziano a molestarli.

Le due sorelle, di 15 e 18 anni, e l’adolescente di 14 anni hanno chiesto “aiuto” al numero unico d’emergenza: il 112. Ma hanno chiesto anche, affinché quei due immigrati si dessero una calmata, l’intervento del conducente dell’autobus e le ragazzine hanno avvisato – sempre telefonicamente – il papà.

A cercarli, assieme ai carabinieri, c’era anche il papà delle due ragazze che è stato invece ‘calmato’ e convinto a recarsi alla stazione dell’Arma per formalizzare denuncia. Certo, servirà a molto la denuncia.

I militari del Nor ci hanno messo davvero pochissimo a rintracciare i due tunisini che avevano ancora in tasca il cartellino di Villa Sikania dove, dopo lo sbarco del primo settembre a Lampedusa, erano stati portati. Bloccati e portati alla stazione dei carabinieri di Agrigento sono stati denunciati, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica, per l’ipotesi di reato di molestie sessuali.

Dopo che sono state ultimate le procedure di identificazione e deferimento all’autorità giudiziaria, i due sono stati riaccompagnati – dai carabinieri – nella stessa struttura dalla quale si erano allontanati: a Villa Sikania appunto. Il resort di lusso.

Di fughe da Villa Sikania se ne sono registrate tantissime. Non ci sono più i siciliani di una volta.




2 pensieri su “Appena sbarcati molestano tre ragazzini ad Agrigento: niente arresto, messi in resort di lusso”

  1. Maestrina mode on: Vox, ultimamente fate errori grossolani nei titoli. Agrigendo invece di Agrigento e per ben due volte orgie invece di orge. Non volete fare sentire escluso Caronte data la sua propensione allo stupro seriale dell’ortografia?

Lascia un commento