In Toscana si continua a morire di Meningite

Condividi!

In Toscana, soprattutto nel “triangolo africano”, si continua a morire di Meningite:

VERIFICA LA NOTIZIA

Una donna di 64 anni è morta nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Santo Stefano di Prato dove era ricoverata per una infezione da meningococco. La donna, spiega la Asl, si è recata ieri sera al pronto soccorso di Prato a seguito di malori dovuti da febbre alta: fino al giorno precedente era in buone condizioni di salute. La donna risultava non vaccinata contro la meningite sia di tipo B che di tipo C. L’ospedale, sottolinea la Asl, ha richiesto il riscontro diagnostico. Già avviata la profilassi per le persone venute a più stretto contatto con la donna che risulta non essere vaccinata. “L’unità funzionale di igiene e sanità pubblica dell’area pratese – si spiega dall’Azienda sanitaria – ha già attivato le procedure per l’indagine epidemiologica al fine di ricostruire i luoghi frequentati dalla signora ed ha già avviato le procedure di profilassi per i contatti stretti”.

Sarà ovviamente un caso, ma le zone ad alta incidenza di contagi sono anche quelle ad alta incidenza di africani subsahariani:

PRESENZA AFRICANI E MENINGITE IN TOSCANA…CLICCA

Che poi è anche la stessa zona dove:

Superbatterio migrante, 102 i casi in Toscana: 37% infetti è morto

Interessante notare anche questo:

MENINGITE DA DOVE PARTONO I BARCONI – CLICCA

Insomma, pare ci sia qualcuno che porta in giro questi batteri e virus ma non si riesce proprio a capire chi possa essere!




Un pensiero su “In Toscana si continua a morire di Meningite”

Lascia un commento