10 figli di immigrati contro 1 ragazzino italiano: “Tanto non potete arrestarci”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Un 19enne è stato arrestato ad Arezzo ieri sera per aver aggredito senza motivo con dei pugni, insieme a un gruppo di ragazzi, un giovane e aver spintonato i poliziotti intervenuti che lo hanno trovato anche in possesso di un collo di bottiglia rotto e 30 grammi di hashish. Il 19enne, marocchino e già noto alle forze dell’ordine deve rispondere di resistenza a pubblico ufficiale aggravata, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e denunciato altresì per rifiuto di fornire le generalità e porto di oggetti atti ad offendere.

Gli agenti sono intervenuti, nell’ambito di servizi a contrasto dei fenomeni di violenza giovanile, presso il parcheggio Pietri, a seguito di una segnalazione di aggressione.

Ma quale ‘violenza giovanile’: questo fenomeno riguarda esclusivamente i figli degli immigrati, la famigerata ‘seconda generazione’ di ‘nuovi italiani’, sono i fratelli d Kean. E, diciamolo, non riguardano i digli di immigrati europei, ma essenzialmente stiamo parlando di afroislamici, africani e nordafricani. E’ un fenomeno chiaro.

Alcuni giovani hanno riferito di essere stati avvicinati da un gruppetto di 10 figli di immigrati che, senza un apparente motivo, li hanno dapprima provocati verbalmente, per poi passare alle vie di fatto quando il 19enne ha colpito uno di loro con dei pugni. Rintracciato dai poliziotti il 19enne ha prima rifiutato di fornire i documenti per poi scappare mischiandosi alla folla. Una volta bloccato ha cercato di divincolarsi spintonando e scalciando gli agenti che hanno dovuto fronteggiare anche i tentativi di liberarlo da parte del gruppo di amici che erano con lui, una ventina circa. Il gesto è costato una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale a due minorenni che facevano parte del gruppo.

Nulla, in pratica. Dovrebbero essere espulsi. I ricongiungimenti familiari sono la vera minaccia per il nostro futuro.

Il motivo di tanta tracotanza? Eccolo:

Baby gang di immigrati assalta bus: «Tanto non potete farci niente, siamo minorenni»




2 pensieri su “10 figli di immigrati contro 1 ragazzino italiano: “Tanto non potete arrestarci””

  1. Oltre ad essere abolita la mai abbastanza maledetta legge sui ricongiungimenti famigliari, la sua invalidità deve essere retroattiva anche per rimediare ai danni che ha già fatto.
    Espellendo dall’Italia chi ne ha usufruito.

Lascia un commento