Treni fermi perché i clandestini devono entrare in Italia sui binari: e deridono i passeggeri – FOTO

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
“Questa mattina un treno regionale tra Latisana e Portogruaro si è dovuto arrestare perché sui binari camminavano numerosi migranti provenienti dalla rotta balcanica, creando non pochi problemi per tutti i passeggeri, tra cui numerosi pendolari e studenti, che si sono visti bloccare e rallentare la loro corsa. In uno Stato che si faccia rispettare, queste scene sono inaccettabili. La rotta balcanica rischia di esplodere a causa della nuova crisi afghana, il Friuli Venezia Giulia rischia di essere meta di centinaia di migliaia di migranti e il Ministro Lamorgese continua a non fare nulla. Tutti noi vediamo continuamente gli arrivi di nuovi migranti a Trieste e Udine, clandestini che – senza nessun controllo sanitario – passeggiano tranquillamente nelle strade delle nostre città. La situazione è diventata seria e non si può continuare così. Il fallimento della Lamorgese è totale. Se non dovesse ancora intervenire dimostrando la sua incompetenza come Ministro del’Interno, allora almeno deleghi le competenze per la difesa dei confini alle Istituzioni locali che, sono sicuro, agirebbero in maniera più efficace, dando maggiori poteri e strumenti alla polizia di frontiera e tutelando i diritti dei cittadini.”

Lo dichiara in una nota l’europarlamentare e coordinatore regionale Lega FVG Marco Dreosto in seguito alla vicenda del treno regionale (su cui si trovava anche il Sottosegretario di Stato Vannia Gava) fermo a causa di migranti sui binari.

I treni devono fermarsi perché i ‘signori’ clandestini devono camminare lungo le ferrovie. Comunque, la rotta balcanica nulla c’entra con l’Afghanistan, sono tutti pakistani e bengalesi. Che d’ora in poi diranno di essere afghani.

E poi, da cosa cazzo scapperebbero i maschi afghani?




2 pensieri su “Treni fermi perché i clandestini devono entrare in Italia sui binari: e deridono i passeggeri – FOTO”

Lascia un commento