Soros finanzia l’islamizzazione dell’Italia: soldi a chi ci invade

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
George Soros ha finanziato Alliance Citoyenne, un’associazione francese collegata alla Fratellanza Musulmana, l’organizzazione islamista messa fuori legge in molti Paesi, tra cui l’Egitto. Ma che attraverso l’UCOII ‘governa’ la grande maggioranza delle moschee ‘italiane’. Compresa la grande moschea di Roma.

Voi vi chiederete, perché Soros, invasato laicista delle frontiere aperte, finanzia i Fratelli Musulmani? Per lo stesso motivo per cui finanzia i Radicali in Italia: generare conflitto e distruggere le società dall’interno. Una volta distrutte, lui e la sua élite di globalisti governerà su una poltiglia indistinta di a-cittadini.

L’associazione Alliance Citoyenne in Francia risulta anche partner, oltre che di Soros, degli Étudiants musulmans de France (Emf), considerati la branca studentesca della Fratellanza Musulmana francese al pari dei Jeunes Musulmans de France (Jmf). Entrambe le sigle riuniscono i giovani attivisti dell’Uoif, l’Unione delle organizzazioni islamiche di Francia: organizzazione a sua volta nell’orbita dei Fratelli Musulmani, di stampo islamista radicale. Alliance Citoyenne gode peraltro del sostegno finanziario della città di Grenoble, amministrata da un’alleanza di estrema sinistra formata da Europe-Ecologie Les Verts (i verdi francesi), il Parti de gauche (Partito della sinistra), la Sinistra Anticapitalista e due associazioni locali vicine alla sinistra radicale. Una “cupola” radical chic che così foraggia l’Islam radicale e politico, incompatibile con la società occidentale. Un paradosso per chi si professa campione di laicismo e sostenitore dei diritti Lgbt.

Soros finanzia i ricorsi degli immigrati contro il decreto Salvini

A livello globale, ogni anno, la Open Society di Soros spende 1 miliardo di dollari, il cui 10% viene speso in Europa e il 2,5% in Italia. Insomma, il 25% del budget europeo quelli di Soros lo spendono in Italia, per condizionare il dibattito politico, visto che i soldi finiscono a 28 Ong impegnate sul fronte pro-migranti e pro-censura (il 52% del totale). E che sono solo la punta dell’iceberg:

Del resto, sono attività, traghettare e accogliere, che rendono bei soldi:

Faranno delle nostre chiese delle moschee. Come accaduto a Costantinopoli, oggi Istanbul: quanti di voi sanno che gli odierni abitanti della Turchia non sono i suoi abitanti originali, che erano di cultura greca e cristiani, ma i discendenti di un’orda mongola che è ‘migrata’ lì con la forza?

In Russia le ong finanziate da Soros sono fuorilegge. In Ungheria anche. Forse è tempo. Il dibattito politico non può essere condizionato da speculatori stranieri.




2 pensieri su “Soros finanzia l’islamizzazione dell’Italia: soldi a chi ci invade”

  1. Eh ma Soros è un “filantropo”: il fatto è che ha tantissimi soldi e non sa come spenderli, quindi finanzia iniziative benefiche “a pro degli ultimi”. Infatti ha trasferito tutto il suo patrimonio alle società di “beneficienza”: mica penserete che l’ha fatto per ottenere vantaggi fiscali, eh malpensanti?
    In un mondo normale, merde del genere sarebbero già state eliminate da almeno un decennio. Lui e il compare Bill. E tutti i Rothschild.

Lascia un commento