Supervirus cinese: virologi smentiscono nascita in laboratorio

Condividi!

“Non ho visto il servizio televisivo, ma ho referenze che non è così”. Lo ha dichiarato stasera il premier Giuseppe Conte mentre lasciava l’aula della Camera, riguardo questa notizia:

Coronavirus, servizio Rai del 2015: “Creato in Cina supervirus da pipistrelli e topi” – VIDEO

Saranno le ‘referenze’ di Winnie the Pooh.

“Incredibile – ha dichiarato su fb il leader della Lega Matteo Salvini – da Tgr Leonardo (Rai Tre) del 16.11.2015 servizio su un supervirus polmonare coronavirus creato dai cinesi con pipistrelli e topi, pericolosissimo per l’uomo (con annesse preoccupazioni). Dalla Lega interrogazione urgente al presidente del Consiglio e al Ministro degli Esteri”.

A noi non entusiasma la diatriba se sia o meno artificiale. In un modo o nell’altro è comunque colpa dei cinesi. Che sia per dolo o per abitudini, la Cina rimane un pericolo per la nostra sicurezza.

Riguardo la tesi, i difensori della verità ufficiale riprongono l’articolo, pubblicato il 17 marzo scorso, della rivista Nature sull’origine del Sars-Cov-2, in cui si dice: “…we do not believe that any type of laboratory-based scenario is plausible…”.

C’è un problemino: l’articolo sarebbe stato sollecitato da un’entità coinvolta nella presunta creazione del virus artificiale.

In merito alla vicenda è intervenuta anche la virologa Ilaria Capua, che dirige l’One Health Center of Excellence all’Università della Florida, al Tg1 delle 20 di oggi ha dichiarato: “Assolutamente no. Il Covid-19 è un virus che deriva dal serbatoio selvatico. Non sappiamo ancora quante specie animali abbia colpito prima di arrivare all’uomo. Vorrei dire ai complottisti che il codice a barre, la sequenza, di quel virus di cui si parla nel Tgr Leonardo, è parte integrante della pubblicazione”.

Ma la questione non è tanto se quel virus è il coronavirus. Quanto, piuttosto, che i cinesi giocavano con virus pericolosi e stanno da anni sviluppando virus simili.

Anche il virologo Roberto Burioni è intervenuto: “L’ultima scemenza è la derivazione del coronavirus da un esperimento di laboratorio. Tranquilli, è naturale al 100%, purtroppo”.

Che sia naturale resta l’ipotesi più probabile. Ma dire che lo è al 100 per cento non è scientificamente corretto. Nessuno può saperlo.




23 pensieri su “Supervirus cinese: virologi smentiscono nascita in laboratorio”

    1. Sono già arrivati: 30mila soldati. E spero facciano il culo a Conte ed ai cinesi. Altrimenti che Europe Defender è, se non ci difendono.
      Però è triste che alla fine della storia in Italia finiamo sempre per invocare l’aiuto dello straniero… ammetto di essere il primo a farlo, sapendo che tanto Trump quanto Putin sono amici del popolo italiano.

      1. Molto triste, e mai privo di conseguenze indesiderate. Sembra che non ci si possa fare molto, siamo piccoli e abbiamo vicini di casa stronzi, ci tocca sempre farci amico il bullo della via accanto (sperando che si accontenti della merenda).

  1. Ammazza! Giuseppi c’ha pure le referenze! Referenze?
    Un avvocato che non conosce la lingua italiana…la referenza è un’altra cosa…
    Forse si riferisce al suo curriculum vitae che si diceva essere falsificato?

  2. Infatti, sponsor a parte (cosa non da poco), non mi pare una dimostrazione conclusiva, al massimo adduce ragioni per ritenerlo più probabilmente di origine naturale. Poi il fatto che il particolare virus di cui parla il servizio non sia quello che gira, non mi dice molto, anzi mi conferma solo che la tecnologia per fare tali disastri esiste (come se già non si sapesse da un pezzo). Mannaggia, e dire che ci ho scommesso i peli del petto che fosse naturale.

    1. Ma tra l’altro, visto che Conte ha tutte queste informazioni sicure, com’è che non si è degnato di leggere il rapporto dell’OMS del settembre scorso (SETTEMBRE 2019) che già paventava una possibile pandemia dalla Cina?
      Ne parla Moncalvo:
      https://www.youtube.com/watch?v=PlBCJMwqMzc

      Giuseppi e quell’altro genio di Speranza ce le hanno queste “referenze”, secondo la lingua giuseppiana?

      1. Già, è molto sospetto il comportamento attendista sia dei “nostri” governanti che degli altri Paesi europei. Verrebbe da pensare che aspettasero istruzioni, o perfino avessero interesse a lasciarlo spargere. Da tempo non ritengo l’inettitudine sufficiente a spiegare quello che fanno (e non fanno).

  3. Esatto , troppo veloce ed energica la (scontatissima) smentita per esser minimamente degna di fede.

    1) Che manipolazioni del genere siano possibili (e senz’altro compiute e su scala che ovviamente non ci è dato sapere) è un Dato di Fatto.

    2) Che i Genomi virali e non possano variare ”naturalmente” è anch’esso un Dato di Fatto (con tutte le riserve che è bene nutrire su darwinismo e derivati – ” Darwin, il Dio della Sinistra” come lo definiva a ragion veduta il compianto Genetista Giuseppe Sermonti).

    Quindi senza per ora poter assegnare un valore ponderale alle Probabilità dell’ Evento P1 rispetto a P2 accontentiamoci di concludere che entrambi gli scenarii sono ”possibili”.
    Ora però
    a) Chi pretende di affermare con assoluta certezza P1 possiamo definirlo ”complottista”.
    b) Chi con altrettanta certezza afferma P2 , come lo definiamo? Poco ”scientifico” in prima istanza, trattandosi di Materia in cui le ”certezze” non sono oltretutto quelle della Meccanica di Newton, tutt’altro; forse poco intellettualmente onesto, in seconda, ed è a questo punto inevitabile chiedercene il ”perché”.

    Ed è qui, da *questo* punto in poi che si aprono e per davvero ipotesi e scenarii disparati , dai più ovvii ai più improbabili; ma li lascio alla fantasia dei ”complottisti”.
    Che se non altro, spesso sbagliando ma forse neppure così spesso, hanno di certo una Dote : quella di esercitare la Facoltà del Pensare ( lungi dal garantirci infallibilità è tuttavia l’Essenza dell’Umano – il Cogito di Descartes), a fronte di orde di subumani che hanno invece svenduto o dato in delega anche quest’ultimo baluardo identitario a questa o quell’altra ”Autorità”, che oramai ”pensa” (pensa?) al posto loro.
    Chi giace a questo stadio è già di fatto morto, a livello corticale.

    Una perplessità ulteriore rimane : non ricordo quale ”esperto”, nel garantirci l’origine chirotteriana del virus , osservava come le famose ”sequenze” corrispondessero per ben l’ 88% a quelle di un coronavirus già noto in un locale pipistrello.
    Sarebbe questa, sia pure espressa in modo elementare, la famosa Prova..?

    -Ora se pensiamo che per es. Umani e Gatti condividono circa il 90% dei geni , non ci vuol molto a capire che tanto semplice, ovvia e scontata questa ”mutazione” non è. (*)
    -Se domani una donna partorisse … un gattino, cosa direbbero questi ”genii”? No panick gente tutto sotto controllo! normalissimo! in fondo abbiamo ben il 90% dei geni in comune! trattasi di un banalissimo Salto di Specie..!
    (non c’è neppure da scherzarci troppo : parliamo di gente per cui il darwinismo – e il suo strascico di becere falsità che oggi la sinistra non a caso cavalca- è Dogma e Verità assoluta, da giustiziarne gli ”infedeli”).

    (*) Sappiamo benissimo quale differenza corre tra ”condivisione di geni” , le cui specifiche sequenze possono variare e anche di molto, e semplice condivisione di porzioni di sequenze di DNA, o RNA come nel caso di specie. Ma l’esempio rimane abbastanza pertinente , fatte le debite proporzioni e considerando che si tratta di sequenze codificanti, essenziali, senza troppo spazio per quel ”junk” che costituirebbe invece il 98% del nostro DNA mammaliano.

    I virus di questa famiglia hanno un genoma di circa 30mila basi : il 12% corrisponde quindi a circa 3600 basi. Basi, che dall’oggi al domani ( tra il 24 e il 25/11/2019 dicono gli ‘esperti’ – non so se abbiano anche l’ora e il minuto precisi) sarebbero di punto in bianco, “cambiate”. E cambiate proprio adottando, tra miliardi di miliardi di sequenze possibili, proprio quella che, guarda caso, codificherebbe proteine di spike calzanti nei nostri recettori cellulari, come una chiave nella sua serratura.
    Complottismo…. o Misteri della Fede Darwinista.

  4. grazie Antani per la specificazione e per il link – Non ho per ora nozioni per interpretare il valore delle 33 A consecutive, ma sembrerebbe anche questo un dato assai poco ”accidentale” quindi…

    1. Ah, se fossi un maniaco delle cospirazioni e avessi trovato un numero 33 in giro in questo frangente avrei pensato alle “Georgia Guidestones”, ai massoni e di rimbalzo ai giudei. Ma vabbè, cerco di contenermi.

  5. E’ triste dover ricorrere all’aiuto straniero… Se solo ci ricordassimo, ma prima di farlo forse dovremo anzitutto riconoscerci, di essere Romani, discendenti di quegli Italici che conquistarono tutto il mondo antico credo molte cose non accadrebbero e sarebbe la nostra fierezza a guidare le nostre scelte.

  6. Link con varie ricerche del 2015 https://link.springer.com/article/10.1007/s12250-015-3581-8
    il virus è un arma biologica cinese, mettete insieme i pezzi ma ce ne sono altri andate su epoch times, dove parla mosher e simili https://www.epochtimes.it/news/il-nuovo-coronavirus-e-in-realta-unarma-biologica/ la capua gismondo e altri della stessa staffa a servizio del pcc e del oms che ha cambiato il nome da virus di wuhan a covid19 per non essere razzisti… anche Nyquist https://www.epochtimes.it/news/coronavirus-unarma-anti-americana-scoppiata-in-mano/

Lascia un commento