Coronavirus, servizio Rai del 2015: “Creato in Cina supervirus da pipistrelli e topi” – VIDEO

Condividi!

SE NON VEDETE I VIDEO CLICCATE QUI E ANDATE AL MINUTO 5.

Era il 16 novembre 2015 quando Leonardo, il telegiornale scientifico di Rai3, riportava: “Scienziati cinesi creano un supervirus polmonare da pipistrelli e topi serve solo per motivi di studio, ma sono tante le proteste. Vale la pena creare una minaccia così grande per poterla esaminare?”.

“Un gruppo di ricercatori innesta la proteina presa dai pipistrelli sul virus della Sars ricavato dai topi e ne esce fuori un supervirus che può colpire l’uomo. Resta chiuso nei laboratori e serve solo per motivi di studio, ma il rischio è grande perché può contagiare l’uomo direttamente dai pipistrelli”.

Che sia un virus creato dagli Usa per danneggiare la Cina è insensato. E le accuse cinesi agli Usa potrebbero proprio essere il classico comportamento del petomane sull’ascensore.

Del resto la Cina, che certo non ha il rispetto nostro per la vita, sacrificando una parte non essenziale della propria sterminata popolazione, è ora pronta ad invadere l’occidente malato e fermo con le proprie esportazioni.

Se dovessimo dare una percentuale alla possibilità che il coronavirus sia un’arma biologica anti-occidentale o una malattia creata per arrivare ad un vaccino e poi fuggita da laboratorio, non sarebbe molto alta. Ma se fosse, sarebbe sicuramente cinese.

A favore della tesi ‘arma biologica’, il fatto che colpisca prevalentemente i maschi. Come si vorrebbe in caso di arma di guerra.




Vox

23 pensieri su “Coronavirus, servizio Rai del 2015: “Creato in Cina supervirus da pipistrelli e topi” – VIDEO”

    1. Non che fosse sola…

      Vineet D Menachery, Boyd L Yount Jr, Kari Debbink, Sudhakar Agnihothram, Lisa E Gralinski, Jessica A Plante, Rachel L Graham, Trevor Scobey, Xing-Yi Ge, Eric F Donaldson, Scott H Randell, Antonio Lanzavecchia, Wayne A Marasco, Zhengli-Li Shi & Ralph S Baric

        1. Purtroppo la Cina si è infiltrata in tutti settori dei paesi occidentali, grazie agli imbecilli e collusi che avrebbero dovuto governarli. La classe politica cinese è anni luce più seria dei pervertiti e giudei che reggono l’Occidente.

          1. questo video dovrebbe essere un annuncio funerario per tutti quelli che hanno negato l evidenza, a cominciare dal governo

          1. Scusi, Lanzavecchia, ha mai visto questo coronavirus prima?
            Ci racconta qualcosa in più del progetto a cui ha partecipato insieme alla Shi?
            Sarebbe così gentile da uscire dal suo bunker svizzero per venire a darci una mano?
            Vero che il laboratorio dove lavoravano aveva un grado di sicurezza 3 e non 4?
            Lei ha la tosse?

          2. Il fatto che lui abbia più o meno la tosse è difficile da dimostrare al momento😄, ma il livello del laboratorio ci vuole un attimo. Grazie per la dritta.

  1. La Cina ormai è tecnologicamente avanzata, quindi fa questo tipo di esperimenti al pari delle nazioni occidentali. Qualora il virus è stato creato in un laboratorio cinese, bisogna chiedersi se si è diffuso in maniera accidentale o voluta. Se fosse vera la seconda possibilità, allora ha ragione Vox, potrebbe essere un virus creato per distruggere l’Europa. Però se fosse stato creato dagli Americani, è forse un caso che l’Italia sia il paese più colpito al mondo, dato che ha aderito alla Via della Seta, cosa che ha sicuramente infastidito i yankees?

    1. No Werner, alla fine di questa storia gli Stati Uniti subiranno perdite molto maggiori dell’Italia e verrà messo a rischio il loro primato. Non ha alcun senso, al contrario i vantaggi sembrano prospettarsi rosei per i cinesi in tutti i sensi.
      Salvo che gli americani decidano di usare la Bomba qualora vedessero seriamente minacciato il loro ruolo.

      1. Ma noi occidentali ci siamo danneggiati da soli già 20-30 anni fa, trasferendo tutte le produzioni industriali in Cina. Era prevedibile che dipendendo dalle produzioni industriali cinesi, un qualche evento avrebbe mostrato le sue falle. Ma era altrettanto prevedibile, che noi occidentali portando in Cina know how e tecnologie, quel paese sarebbe diventata una potenza industriale planetaria.

        1. Werner senza volere stai fornendo un movente all’Italia, defraudata da tutte le sue migliori maison avremmo avuto i nostri buoni motivi per vendicarci di chi con mezzi meschini ci ha escluso dai mercati e ha gettato la nostra economia sul lastrico. 😎

          1. Scherzavo Werner, per la questione di sfruttare le altrui risorse invece non so quanto sia giusto e corretto, per come la vedo io, dire intanto loro non erano in grado di apprezzarle e defraudarli dei loro beni mi pare disonesto. Sarò un idealista ma avrebbero potuto in cambio di una consistente fortuna insegnare loro a sfruttarle. È vero che erano dei cercopitechi sottosviluppati ma erano pur sempre a casa loro. Come dire che si portano via le scarpe ad un paralitico perché tanto non cammina.

    2. Potrebbero anche averlo diffuso i Cinesi apposta per poi prendere il controllo sui paesi firmatari in ginocchio (praticamente tutti tranne UK). Si deve sperare che l’America non resti a guardare e una volta scongiurata la presa gialla dell’Europa faccia sparire tutta la classe politica europea per l’eternità. In caso contrario è anche auspicabile cadere sotto l’influenza (politica) della Cina a patto che azzeri la presenza negroide in Europa (ai cinesi non piacciono molto i negri).

      1. Ai cinesi non piacciono molto, ma in generale non li vogliono in Cina, non escluderei che invece per creare ulteriore caos e confusione e mantenerci deboli li favoriscano nei loro arrivi in Europa e ci troveremmo una potenza con molti meno scrupoli a piegare il dissenso, soprattutto di paesi satelliti, della Ue. Ma anche la Russia non accetterebbe mai una Cina padrona del Mediterraneo, gli stati europei possono anche uscirne indeboliti e con le economie a pezzi, ma le infrastrutture sono tutte qui e rendono ancora, assieme a certe zone degli Stati Uniti, tali luoghi i più ricchi del pianeta. Riguardo alla decolizzazione industriale spero si sia capita la follia di voler tirare avanti col ‘turismo’, che come ampiamente prevedibile da una persona di normale intelletto alla prima crisi seria ti manda al tappeto l’intera economia e non hai nemmeno più i soldi per comprare all’estero, a parte il fatto che chi produce le cose di cui hai bisogno potrebbe divenire tuo nemico nella peggiore delle ipotesi, o tenere per se i prodotti perché gli servono nella migliore. Credo dovremo ripensare il nostro modello di sviluppo con molta più industria e agricoltura e molti meno servizi.

        1. Certo chi ti vuole debole deve per forza meticciare (mi ricorda qualcuno), si può solo sperare che i gialli, nel loro proverbiale pragmatismo, vogliano vassalli altamente produttivi (Bianchi che restino tali per produrre di più e meglio) e non semplicie schiavi da latifondo (meticci negroidi dal basso QI). Si spera…

      2. Ai cinesi l’Africa piace solo per fare i loro interessi economici, mica fanno opera di carità verso le popolazioni locali. Qualche tempo fa vidi l’intervista di uno scrittore cinese chiaramente vicino al regime, che criticava il colonialismo europeo del secolo scorso nel continente, affermando che noi Europei siamo andati lì solo per depredarli delle loro materie prime. Francamente questo moralismo poteva risparmiarselo, innanzitutto perché quando gli Europei arrivarono in Africa, le popolazioni erano allo stato primitivo e delle materie prime non se ne facevano nulla, non avendo un’industria di trasformazione, quindi depredati un ca**o. In secondo luogo, ma loro non stanno facendo la stessa cosa? La loro è una forma di colonialismo non tanto dissimile, ma sicuramente differisce dal neocolonialismo delle multinazionali occidentali, perché sfruttano l’Africa e incoraggiano le migrazioni verso di noi. Ma nessuno dice però che lo sfruttamento dell’Africa è causato principalmente dalle èlite locali, che da tutto ciò ci guadagnano. E qui i terzomondisti immigrofili su questo tacciono spudoratamente.

        Certamente gli Europei commisero l’errore di pensare alle sole risorse dell’Africa, e non per esempio, a civilizzarne le popolazioni. E poi era necessario occupare quel continente, visto che fino agli inizi del XIX secolo, i pirati arabi assediavano le zone costiere europee, in particolare Italia, Spagna e Francia meridionale, e commettevano furti, stupri e rapimenti di donne e fanciulli che poi venivano venduti come schiavi.

        1. Secondo me invece hanno fatto pure troppo per civilizzarli il fardello dell’uomo bianco… che, in forme diversi, ci portiamo dietro anche oggi, l’uomo di colore è ‘buono’ per definizione e va ‘salvato’, forse sotto sotto anche da se stesso, dalla sua arretratezza e pigrizia.
          Invece dovevano essere sfruttare le risorse senza nessun tipo di contatto o il minimo indispensabile. Pensare di colonizzare le terre africane è stata una follia perché a differenza degli amerindi i neri erano più numerosi e resistenti, queste cose bisogna farle anche con il senno di poi, uno statista accorto e previdente capisce che certe azioni che nell’immediato non producono effetti rilevanti poi potrebbero scatenare una valanga inarrestabile.
          Comunque quando gli europei arrivarono in africa gli africani erano fermi al paleolitico, non sapevano nemmeno lavorare il bronzo, perfino le civiltà minoiche erano di gran lunga più evoluto culturalmente e tecnologicamente dei popoli subsahariani di metà ottocento.

          1. Infatti penso che hanno fatto male a non attuare sterilizzazioni di massa, come fecero (sbagliando) i coloni britannici in Nordamerica ai danni dei Pellerossa.

  2. Americani vi prego liberateci dai comunisti…siete i nostri liberatori. In cambio ci date il permesso di leccarVi il culo e di berci le Vostre fregnacce? Pagando naturalmente. Votiamo anche un pirla della lega che in politica internazionale non capisce una minchia.

    L’unica cosa che fila sul discorso del video è quanto segue:
    Il virus, come è stato quasi del tutto dimostrato dai cinesi, è opera degli Yankees. E il video? La Rai non è nuova a fake news programmate su commissione, vedasi le fregnacce diffuse sulla Siria, i ribelli moderati che in realtà sono i terroristi dell’isis. Dopo la Siria è d’obbligo sospettare di tutta la merda occidentale. Ma torniamo al video del programma demenziale Leonardo. Sicuramente la Cia o meglio il pentagono non lo hanno programmato l’anno scorso ma una decina d’anni fa, e il servizio del programma fake news è stato commissionato in vista dell’epidemia, per alimentare la narrativa a stelle e strisce cui gli idioti stanno abboccando. Ma perché proprio un video di un programma ignorante come Leonardo, diffuso in tempi non sospetti? Semplice: sapevano dove avrebbero diffuso il virus, sapevano in quale nazione avrebbe provocato più morti, sapevano che il loro programma avrebbe coinvolto principalmente l’Italia. Ed ecco che il popolino abbocca, proprio nel momento in cui i cinesi stanno mettendo a repentaglio le proprie vite per aiutare l’Italia, il popolino di vigliacchi emerge a fare il gioco degli assassini. Le vittime che inconsapevoli leccano il culo ai loro carnefici. Che si indaghi su quel video, sugli autori, su chi ha fornito loro le fonti

Lascia un commento