Preti e suore scrivono a Salvini: “Non mollare, siamo con te”

Condividi!

“Rosari e crocifissi sono usati come segni dal valore politico,ma in maniera
inversa rispetto al passato:se prima si dava a Dio quel che invece sarebbe stato bene restasse nelle mani di Cesare, adesso è Cesare a impugnare e brandire quello che è di Dio”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Così su Fb padre Spadaro, noto gesuita e quindi anticristiano, direttore di Civiltà Cattolica.

Ma quindi, Spadaro, tutte le Crociate dichiarate dai Papi sono state peccaminose e contro la dottrina della Chiesa? Vuoi dire che il Papa non è infallibile? E allora, perché dovrebbero esserlo stati tutti quelli precedenti e non quello attuale?

Il leader della Lega, Salvini, ieri ha concluso il raduno sovranista a Milano, baciando il rosario e dicendo: “Io affido l’Italia, la mia e la vostra vita al cuore immacolato di Maria, Vinceremo”.

Salvini: «Maria ci porterà alla vittoria o sarà Eurabia» – VIDEO

Salvini che oggi replica: “I cattivi sono quelli che stanno spopolando il continente africano e trasformando il Mediterraneo in una fossa comune. Sono quelli che poi lasciano i migranti dormire nelle piazze”.

“Frati, suore, missionari, vescovi,cardinali mi scrivono: ‘mi raccomando tenete duro’, ma non dirlo in giro”.

L’obiettivo della sinistra “è di avere nuovi schiavi da sfruttare nei campi ed elettori da usare al posto degli italiani che non li vogliono più”. “Ditelo a tutti,anche andando a Messa”. Infine: “L’Europa voleva fermarmi”.

La Chiesa di Maria sta con Salvini. Quella di Giuda sta con Bergoglio.

Don Biancalani scomunica Salvini: “Vade retro”

Il cardinal Burke esalta il patriottismo: “Dio è contro il governo unico mondiale”




Lascia un commento