Raid punitivo dopo stupro ragazzina: arresti, stupratori liberi

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Alcuni giorni fa, a Brindisi, alcuni “uomini di colore” hanno violentemente molestato una ragazzina. Poche ore dopo, un profugo aveva vandalizzato diverse auto in sosta:

Profugo sfascia auto in sosta: insoddisfatto stipendio – VIDEO CHOC

Dopo la violenza contro la bambina italiana, alcuni cittadini:

In 3 violentano ragazzina: scatta raid punitivo contro africani

Stamani, due persone sono state arrestate dalla polizia su ordinanza di custodia cautelare perché ritenute responsabili
del raid punitivo contro due stranieri, un ghanese e un senegalese. Stesse nazionalità degli assassini di Desirée.

Si tratta di due brindisini di 35 e 42 anni. Le indagini sono state condotte dalla Digos della questura di Brindisi.

Intanto, i tre violentatori della ragazzina sono liberi. Di rifarlo. Questione di priorità, per la Digos!

E’ evidente che le autorità hanno priorità diverse rispetto al popolo.




Lascia un commento