Russia si prepara: “Non ce ne frega un cazzo delle vostre sanzioni”

Condividi!

Alla Russia “non frega nulla” del rischio di sanzioni occidentali in caso di invasione dell’Ucraina. A dichiararlo senza mezzi termini è stato l’ambasciatore russo in Svezia, Viktor Tatarintsev. “Scusatemi per l’espressione, ma non ce ne frega niente di tutte le loro sanzioni”, ha detto ad Aftonbladet in un’intervista divulgata sul sito web del quotidiano svedese. “Ci hanno già imposto talmente tante sanzioni, che in un certo senso hanno avuto effetti positivi sulla nostra economia e sulla nostra agricoltura”, ha aggiunto. “Siamo più autosufficienti e siamo stati capaci di rafforzare le nostre esportazioni. Non abbiamo formaggi italiani o svizzeri, ma abbiamo imparato a fare formaggi russi altrettanto buoni utilizzando ricette italiane o svizzere. Nuove sanzioni non avrebbero nulla di positivo, ma non sono così negative come sostiene l’Occidente”.

Tatarintsev ha poi accusato i paesi occidentali di non comprendere la mentalità russa: “Più l’Occidente fa pressioni sulla Russia, più forte sarà la risposta russa”. Mosca, ha assicurato infine, cerca di evitare una guerra: “E’ l’auspicio più sincero dei nostri responsabili politici. L’ultima cosa che la gente vuole in Russia è la guerra”.

Di certo potranno sopravvivere senza formaggi italiani. Noi non potremo sopravvivere senza gas, visto che abbiamo abdicato alla nostra sicurezza energetica anni fa.




5 pensieri su “Russia si prepara: “Non ce ne frega un cazzo delle vostre sanzioni””

  1. saremo noi a pagare care le bollette del gas, queste sono le sanzioni vere , ma a noi!, non certamente i vari dimaio con i suoi 15000 euro e passa al mese….. prima di diventare politucolo, prendeva 50 euro alla settimana per andare a mangiare la pizza con gli amici, dalla borZETTA di mamma’

I commenti sono chiusi.