Picchia passanti e carabinieri, nordafricano condannato a rimanere in Italia

Condividi!

Delirio in centro storico a Foligno, aggredisce passanti e carabinieri. I militari di Foligno hanno arrestato un 33enne nordafricano, da tempo in città e già noto alle forze dell’Ordine.

VERIFICA LA NOTIZIA

Durante la serata del 30 settembre il 33enne ha iniziato ad aggredire i passanti in centro storico. All’arrivo dei carabinieri si è scagliato contro i militari con calci e pugni, ferendoli.

Bloccato Рcon fatica Рe arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Giudicato per direttissima al Tribunale di Spoleto e condannato a due anni di reclusione. Per il 33enne ̬ stato disposto il divieto di ritorno nel Comune di Foligno.

Cosa che lui non ha ovviamente rispettato.

Ripetute violazioni del divieto di dimora nel comune di Foligno: Individuato in centro storico, ammanettato e posto agli arresti domiciliari. I carabinieri e la polizia hanno dato esecuzione all’ordinanza di aggravamento della misura cautelare nei confronti di un 33enne, da tempo a Foligno e già noto alle forze dell’ordine.

Dopo quell’arresto, il Gip del Tribunale di Spoleto aveva disposto la misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Foligno. Le segnalazioni di carabinieri e polizia hanno portato all’aggravamento della misura cautelare. Così sono scattati l’arresto e i domiciliari.

Le espulsioni degli immigrati dai Comuni sono la cosa più demente di questo Stato sfascista. I domiciliari anche. Vanno rimandati a casa propria.




Lascia un commento