Ristorante chiude per Covid: tutti i dipendenti vaccinati sono positivi. L’unico negativo è NON vaccinato

Condividi!

Gli anticorpi generati dalla malattia sono molto più efficaci del vaccino.

VERIFICA LA NOTIZIA

Undici dipendenti, su 12, del ristorante Casamaki positivi al Covid, alcuni dei quali con doppia dose di vaccino e muniti di Green pass. Sono tutti in quarantena, compreso il titolare del locale di piazza Salotto, Gianluca Cruciani, non ancora vaccinato 😂😂😂, ma risultato negativo al test molecolare.

Il prossimo 16 agosto i lavoratori dovranno ripetere i test. Se risulteranno negativi, potranno tornare in servizio in sala o in cucina. Altrimenti per alcuni di loro la quarantena continuerà. Una situazione paradossale che ha costretto Cruciani a chiudere l’attività, giovedì a ora di pranzo, e sottoporre al test i suoi dipendenti in un laboratorio privato del centro. Sono tutti risultati positivi, tranne il titolare dell’esercizio pubblico che ha scritto un post su Facebook per ringraziare e rassicurare la clientela che ha pranzato e cenato all’aperto negli ultimi giorni.

«Si dice sempre: a me non succederà ma poi la vita è sempre lì a presentarti il conto», scrive Cruciani, «che dire? Su 12 dipendenti, 11 sono positivi al Covid. La maggior parte di loro è vaccinata, ma questa bestia li ha colpiti comunque». «Inutile esternarvi il mio stato d’animo» scrive il titolare di Casamaki, chiuso nella sua abitazione da giovedì, «sapete che sono tosto ma questa volta la vedo dura. Spero di rivedervi tutti molto presto, grazie a tutti per la vicinanza. Vi voglio bene». Fuori dal contesto dei social, Cruciani mostra preoccupazione per la situazione che si è venuta creare: «Mi sento di rassicurare i clienti che hanno consumato all’aperto». Spiega cosa è accaduto: «Mercoledì un dipendente non si è sentito bene, ha fatto gli accertamenti ed è risultato positivo. È rimasto a casa con 39 di febbre, ma è vaccinato da quattro mesi con doppia dose. Quindi ho chiuso il locale e portato i ragazzi a fare il tampone e messo tutti in sicurezza». Ma la situazione non è rosea: «Con questa chiusura perdiamo gli incassi di Ferragosto che ci sarebbero stati utili per uscire dalle secche della pandemia durante la quale, dal governo sono arrivati solo spiccioli. Sono però contento di aver ricevuto la solidarietà di colleghi e clienti».

In pratica, chi ha il green pass si è contagiato e chi non ce l’ha no. 🤭🤭🤭

Il ‘green pass’ è quindi totalmente inutile. Perché il vaccinato può essere contagiato come il non vaccinato. I vaccini, come abbiamo scritto dall’inizio, servono a salvare gli anziani e i malati dalla malattia, non dal contagio. Vaccinare giovani e sani dovrebbe invece essere una scelta individuale. Che tale non è se imponi li ‘green pass’.

E’ come imporre il casco a chi non vuole metterlo perché, secondo loro, non portarlo danneggia anche chi lo porta. In che modo?




6 pensieri su “Ristorante chiude per Covid: tutti i dipendenti vaccinati sono positivi. L’unico negativo è NON vaccinato”

  1. Faccio notare che nella progredita Africa c’è chi agisce esattamente come vorrebbe il blogger radiosavana che pubblica fake sui bollini del Mcdonald: https://www.esquire.com/it/lifestyle/tecnologia/a35761657/vaccino-covid-tanzania/

    Un paese dove il presidente dittatore in persona dichiarata finita la pandemia per volere della Madonnina e si potrà fare tutto come prima, senza vaccini, senza mascherine, stadi, corriere, treni, tutto pieno nel migliore stile africano.

Lascia un commento