Licata, consigliere spara al socio in affari: eletto con “Lega noi con Salvini”

Condividi!

Ovviamente questa vicenda non ha alcuna relazione con la legittima difesa di Voghera. E’ invece il segnale di un movimento che estendendosi al sud non ha fatto attenzione a chi ha imbarcato. Stesso problema che avviene ora al nord per FdI.

E’ stato arrestato il consigliere comunale di 48 anni, Gaetano Aronica, eletto da ‘civico’ a Licata con la lista ‘Lega noi con Salvini’, che ha sparato quattro colpi di pistola contro un suo socio di 71 anni, per un contenzioso nelle gestione di un’attività di onoranze funebri, ferendolo con un proiettile al braccio sinistro. Nei suoi confronti il gip di Agrigento, Stefano Zammuto, ha emesso un’ordinanza per la custodia cautelare ai domiciliari con il braccialetto elettronico.

L’uomo è accusato di tentato omicidio, porto e detenzione di arma clandestina e ricettazione. Sul caso indagano carabinieri e polizia di Licata.

Più assessori e meno consiglieri.

Comunque meglio un partito che ha un consigliere arrestato perché spara di un altro che ha membri arrestati perché rubano i bambini.




Un pensiero su “Licata, consigliere spara al socio in affari: eletto con “Lega noi con Salvini””

Lascia un commento