Malta e Germania respingono ONG Sea Watch e la nave tedesca scarica 455 clandestini a Trapani

Condividi!

Come già scritto nella serata di ieri, sta scaricando a Trapani la Sea Watch 4, la nave della Ong tedesca che ha a bordo 455 clandestini. «Ci stiamo dirigendo verso Trapani, il porto sicuro assegnato dalle autorità italiane a Sea Watch – scrive la ong in un tweet – Le persone che abbiano soccorso sono molto provate ma felici di sapere che presto potranno sbarcare». Ci crediamo, inizia una vacanza lunga una vita a spese dei contribuenti.

Gli oltre 450 clandestini sono stati prelevati illegalmente in 6 diversi interventi davanti alla Libia e in acque maltesi.

VERIFICA LA NOTIZIA

“A bordo di una barca di legno a due piani c’erano 97 persone, erano in mare da tre giorni. Per fortuna siamo riusciti a salvarli tutti”, raccontano i trafficanti umanitari che, in realtà, hanno rischiato di farli affogare pur di sottrarli alla guardia costiera libica.

E ancora: “Abbiamo tratto in salvo 97 persone, molte stipate sottocoperta, da un barcone in legno che Malta ha rifiutato di soccorrere. Le autorità maltesi ci hanno comunicato di aver tenuto in osservazione il barcone e non aver ritenuto necessario intervenire. Ci hanno invitato a farci coordinare dalla Germania, nostro stato di bandiera, se avessimo voluto soccorrerlo. Queste persone erano in mare da 3 giorni”.

Quindi, Malta e Germania se ne fregano. Una aveva il barcone nelle acque di propria competenza, l’altra ha dato la bandiera alla nave negriera. Ma finiscono sempre in Italia.




Lascia un commento