Covid,Merkel:”Situazione è molto grave”, scatta nuovo lockdown duro in Germania

Condividi!

Presto in Italia. Altro che ‘riaperture’. Quanto ci scommettiamo?

“Purtroppo dobbiamo dire di nuovo: la
situazione è seria,molto seria.La terza
ondata della pandemia la fa da padrone”
Così Angela Merkel in Parlamento, pre-
sentando la modifica della legge sulla
pandemia che prevede l’inserimento a
livello federale del “freno di emergen-
za”,e aggiungendo:”Lo dicono i dati dei
posti occupati in terapia intensiva”.

“Non possiamo lasciare da soli medici e
assistenti sanitari.Da soli non possono
vincere questa battaglia”. Poi ha chie-
sto al Parlamento via libera a nuovi
poteri per nuove restrizioni.

Coronavirus in Germania, la cancelliera tedesca Angela Merkel ha difeso il suo piano di introdurre un rigoroso coprifuoco notturno, per evitare nuovi casi di covid, nonostante i crescenti dissensi. Parlando al Bundestag, la cancelliera ha affermato che il piano per imporre il coprifuoco nelle regioni in cui si superino i 100 contagi per 100.000 abitanti non è nuovo. Il piano della Merkel noto come “freno d’emergenza” include un coprifuoco notturno dalle 21 alle 5 del mattino. Alle critiche ricevute dagli esperti legali e dai membri dell’opposizione, la cancelliera ha risposto che in Paesi come il Portogallo e la Gran Bretagna le misure imposte sono anche più restrittive.

“Il punto è ridurre gli spostamenti serali dei cittadini da un luogo all’altro così come l’uso del trasporto pubblico locale”, ha affermato la cancelliera, ammettendo che il coprifuoco “non è una panacea” ma può essere utile se associato a severe restrizioni sui contatti.




2 pensieri su “Covid,Merkel:”Situazione è molto grave”, scatta nuovo lockdown duro in Germania”

  1. Sta venendo fuori quello che si diceva 6 mesi fa, cioè che i vaccini non funzionano sui vecchi… Il coronavirus infatti è come un bombardamento a tappeto su una grande città, che nel caso si ammali un vecchiaccio si può assimilare ad un bombardamento di saturazione. Le città tedesche alla fine della guerra avevano subito così tanti danni e riparazioni provvisorie che bastavano poche bombe per metterle fuori uso per settimane… Il sistema immunitario dei vecchi può essere equiparato a questi ammassi di macerie. Il vaccino è una modernissima contraerea che para il 70% delle bombe, in una città sana sembra utilissima a contenere i danni, ma poche bombe sono sufficienti a far collassare tutti i sistemi in una realtà già devastata. I vecchi anche se vaccinati continueranno a morire… cazzi loro.

Lascia un commento