Il contagio avanza in tutta Italia, Veneto in zona arancione

Condividi!

Rt a 1,06 in Italia. L’indice di contagio medio calcolato sui casi sintomatici di coronavirus era 0.99 la scorsa settimana, con un limite superiore già oltre 1. Nel dettaglio, l’indice supera “1 per la prima volta in 7 settimane”, come evidenzia il report sull’epidemia di Sars-CoV-2, frutto del monitoraggio settimanale della Cabina di regia Istituto superiore di sanità (Iss)-ministero della Salute. “Nel periodo 10-23 febbraio – si legge – l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 1,06 (range 0,98-1,20)”.

“Nella settimana 22-28 febbraio, dopo un periodo di crescita, si osserva una netta accelerazione nell’aumento dell’incidenza a livello nazionale rispetto alla settimana precedente. Si passa a 194,87 casi per 100.000 abitanti contro i 145,16 per 100.000 nella settimana 15-21 febbraio”, è il dato emerge dal report.

“Il tasso di occupazione in terapia intensiva a livello nazionale è complessivamente in aumento (26% vs 24% della scorsa settimana). Il numero di persone ricoverate in terapia intensiva è in aumento da 2.146 (23 febbraio 2021) a 2.327 (2 marzo 2021); anche il numero di persone ricoverate in aree mediche è in aumento, passando da 18.295 a 19.570” nello stesso periodo.

Il Veneto in zona arancione. Lo annuncia il governatore Luca Zaia. Entrano in vigore nuove regole e misure più restrittive per arginare la diffusione del coronavirus. “Siamo zona arancione. Il dato fa comprendere quanto corra velocemente l’infezione. Le proiezioni sono preoccupanti”, dice il governatore. “Siamo davanti ad una mutazione del virus che è dal 43% al 100% più contagioso. Speriamo sia l’ultima”.

“Abbiamo rilevato 1505 positivi, che rapportati ai tamponi sono il 3,44%. Ad oggi i positivi in Veneto sono 27.440”, spiega ancora fornendo i dati. “I ricoverati totali sono 1.359, così suddivisi: 1.206 nell’area non critica e 153 in terapia intensiva. I decessi nelle ultime 24 ore sono 25. I dimessi sono 16.309”, afferma ancora.

“Alla domanda: davanti alla necessità di chiudere le scuole, voi chiudete? La risposta è sì. Siamo stati attaccati perché parliamo sempre di scuole. Avete visto che sta accadendo ciò che abbiamo sempre detto? Le scuole comunque vengono chiuse”, chiarisce.




11 pensieri su “Il contagio avanza in tutta Italia, Veneto in zona arancione”

  1. una buona notizia per marcofrollini

    Annamaria Colao il premio per la miglior neuroendocrinologa d’Europa,
    morta dopo il vaccino

    Napoli, la prof morta dopo il vaccino: ascoltati i medici
    ‘L’ho visitata io, quella mattina: aveva un blocco intestinale. Poi ha perso conoscenza’. Giuseppe Gaeta è un cardiologo esperto, ha lavorato al Cardarelli, nel Dipartimento di emergenza – …

      1. la solita utile idiota

        una donna che parlava un italiano corretto
        usando alla occorrenza, anche terminologa aulica

        se a questa donna gli scrivevi. una a verbo senza acca
        e’ peggio della morte di 10.000 anziani in una RSA dopo un vaccino.

        youtube.com/watch?v=kRI68a7i3xE

    1. Annamaria Colao e’ veramente un pezzo da 90, ottimo bottino, ho visto il curriculum, un generale di brigata! Peccato l’età, aveva 62 anni, dalla foto speravo fosse ancora più giovane. Tra prima dose, richiamo ed aggiornamento varianti in 6 mesi ai medici ed agli infermieri gli arriva una massacrata mica da ridere 😀

      1. aspetta e si speranzoso
        fra poco ne arrivano tanti altri

        gia cominciano ad avere in tanti strani effetti collaterali
        del tipo
        artralgie migranti
        mialgie
        tallonite
        dolore spalla al risveglio
        dolori da spondilite autoimmune
        linfonodi ingrossati
        Orticaria diffusa
        Parestesie periorali/faciali
        Shock anafilattico
        svenimento
        Tachicardia

        Prepara lo champagne

        1. dopo circa un mese dalla prima dose e seconda dose
          tanti stanno sviluppando i seguenti sintomi
          fortissimo dolore inspiegabile alla caviglia destra o sinistra e poi al ginocchio
          dolore alla pianta dei piedi che peggiora nel tempo
          Parestesie dita anulare e medio della mano, dello stesso lato della inoculazione
          artralgia acuta al metatarso con impotenza funzionale e remissione a riposo,
          cute iperemica
          Dolori alla articolazione scapolo omerale

Lascia un commento