Sanremo, il vincitore sarà Ermal Meta per celebrare il trentennale dell’invasione albanese

Condividi!

Al di là del fatto che sia arrivato con l’aereo o col barcone:

Quest’anno vincerà il Festival per celebrare l’invasione albanese che proprio nel 2021 è al trentennale:

Domani a Brindisi il governo celebra l’inizio dell’invasione albanese

Anche questa gaffe lo dimostra, è tutto preparato. C’è stato l’anno del ‘meticcio’ contro Salvini e questo è l’anno dell’albanese. Poi si lamentano del clamoroso flop di audience.




2 pensieri su “Sanremo, il vincitore sarà Ermal Meta per celebrare il trentennale dell’invasione albanese”

  1. Sentire questo signore che dice “evviva i barconi che trasportano anime aiutato dalla fisica” dovrebbe far comprendere con esattezza il problema del travaso indiscriminato di soggetti da dovunque.
    Chi arriva, non tiene affatto al paese, come del resto non tengono al paese le quinte colonne nostrane lobotomo-prezzolate.
    Il mondo non è “di tutti”; le frontiere esistono per riunire insieme persone che vedono la vita in modo simile, che siano radicate, che curino la propria casa/nazione.
    Il muoversi attraverso le frontiere, oggi, non significa spostarsi geograficamente, ma acquisire una serie di vantaggi economici (dalle cure mediche ai vari redditi di emergenza e cittadinanza) prodotti da altri, e quindi sottrarre a chi le ha prodotte quelle risorse.
    Dire “evviva i barconi che trasportano anime” vuol dire desiderare la dissoluzione e il male dell’Italia.
    E ciò se fosse vero che “trasportano anime”.
    Il signore ha visto le “anime” che danno fuoco, che pestano, che violentano, che rapinano; perchè la maggior parte delle “anime” che ci tocca vedere, sono quelle “anime”.
    Le altre “anime”, quelle buone, probabilmente restano ben nascoste.

Lascia un commento