APPENA SBARCANO SCATENANO UNA RISSA: UOMO GRAVE IN OSPEDALE

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Nottata di violenza al centro di accoglienza per clandestini di Monastir, in Sardegna. Già tristemente noto:

Assalto islamico alla Sardegna: SBARCANO E ASSALTANO NEGOZI, MOLESTANO LE DONNE – VIDEO

È scoppiata una furibonda rissa tra i migranti che erano già ospiti della struttura e gli ultimi arrivati, 41 immigrati sbarcati sulle coste della Sardegna ieri.

Uno dei clandestini è rimasto ferito gravemente ed è stato trasportato in ospedale. Quindici migranti sono stati denunciati dalla Polizia.

La rissa, le cui ragioni non sono state ancora chiarite, è scoppiata poco prima delle 2. Una ventina di immigrati si sono fronteggiati, lanciandosi contro suppellettili, cocci e pezzi di metallo.

Sul posto è subito arrivato il funzionario della questura di Cagliari, Silvia Pisano, che ha coordinato l’intervento del Battaglione dei carabinieri e del personale della Polizia di Stato. Nel giro di pochi minuti la situazione è stata riportata alla calma e 15 migranti coinvolti nella rissa sono stati identificati e denunciati. Nei loro confronti la Questura sta ‘valutando’ altri provvedimenti. Uno degli stranieri, colpito alla testa da un oggetto contundente, è stato trasportato in ambulanza dove è stato ricoverato in gravi condizioni.

Adesso sull’episodio anche la squadra mobile ha avviato le indagini. La sera del 26 febbraio si era già verificata una prima rissa e la polizia aveva denunciato altri due migranti.

”Cosa deve accadere per far capire al Governo che l’immigrazione algerina è un vero problema di sicurezza e ordine pubblico e non si possono chiudere gli occhi sperando che non accada niente di male? Il Centro di Monastir non è attrezzato o adatto. Ricordo che le uniche misure messe in campo sono state quelle di alzare un muro per non farli scavalcare. Il nuovo Governo continuerà con la politica di menefreghismo? Rimpatri ma sopratutto controlli nel mare per non farli arrivare. Solidarietà alle forze dell’ordine” Così il capogruppo di Fdi in Commissione Difesa Salvatore Deidda
“Ringrazio gli agenti di Polizia e i Carabinieri intervenuti questa notte a Monastir, per sedare una nuova violenta rissa scoppiata all’interno del centro di accoglienza con lancio di suppellettili, cocci e pezzi di metallo, l’ultima di una lunga serie tant’è che l’episodio precedente risale a soli due giorni fa. Negli scorsi giorni sono proseguiti gli sbarchi di migranti sulle coste del Sud Sardegna, e come al solito sono stati portati in questa struttura che ho più volte segnalato, con interrogazioni parlamentari, essere inadeguata allo scopo. Auguro pronta guarigione al migrante giunto in ospedale in codice rosso, colpito alla testa da un oggetto contundente, e mi impegno a tornare presto a Monastir per un ulteriore sopralluogo. Depositerò inoltre una nuova interrogazione, per chiedere al Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese di attivarsi per risolvere una volta per tutte questa situazione che si trascina ormai da troppo tempo”. Così Eugenio Zoffili, deputato e Coordinatore Regionale Lega Sardegna, Presidente del Comitato Bicamerale di controllo sull’attuazione dell’accordo di Schengen, di vigilanza sull’attività di Europol e di controllo e vigilanza in materia di immigrazione.




Lascia un commento