Una mamma contro i politici: “Avete distrutto il futuro dei nostri figli”

Condividi!




5 pensieri su “Una mamma contro i politici: “Avete distrutto il futuro dei nostri figli””

  1. Solo per questo motivo sono contento di non avere figli, anche se visto che ho 34 anni, sono ancora in tempo per averne. Mi sento in colpa verso la Patria per non aver generato discendenti, ma mi sentirei ugualmente in colpa se li avessi generati, perché chi nasce oggi vivrà in una società, in un’Italia, in un’Europa, ancor più di m**da di quella in cui sono vissuto e sto vivendo io. C’è da dire anche che se non sono padre è anche per colpa delle femmine di oggi…

      1. Allora guarda, credo nel matrimonio, ma faccio parte di quella categoria denominata “incel”, ossia celibi involontari. A parte le condizioni economiche e materiali che ostacolano la creazione di un famiglia, per quanto mi riguarda le ragioni per cui non sono celibe e senza figli, sono altre, ed una su tutte: non esistono più donne come si deve. Nessuna di queste donne può essere mia moglie. Poi le donne stesse snobbano gli uomini con idee e mentalità conservatrici come ce li ha il sottoscritto. Preferiscono i ca***ni tipo quelli che hanno prestato a morte il capoverdiano lo scorso anno, che poi le trattano come la spazzatura e si lamentano se gli stampano un miliardo di corna. E la situazione peggiora man mano che le donne sono più giovani.

        Quindi, con tutta la buona volontà che ho, di metter su famiglia e procreare, ci sono purtroppo cause di forza maggiore che mi impediscono di metterla in pratica. Ma ripeto, da un lato, forse è un bene, perché non mettendo al mondo dei figli gli risparmio una vita di sofferenze. Tra l’altro, se verrà imposto l’obbligo vaccinale di massa per il Covid-19, non sono sicuro che riuscirò a fare figli, perché secondo me questi vaccini sono finalizzati alla sterilizzazione dei popoli bianchi.

Lascia un commento