DPCM: Conte ignora l’opposizione, telefonata lampo a cose fatte

Condividi!

Salvini è rimasto l’unico a credere che si possa collaborare con un governo di minoranza che ha usurpato il potere. Perseverare è diabolico. E anche un po’ da sciocchi.

“Non è questo il mio concetto di collaborazione”. Matteo Salvini ha risposto immediatamente a Giuseppe Conte che, a margine della conferenza stampa in cui ha presentato il nuovo Dpcm, ha rivelato di aver informato anche i leader dell’opposizione che stava per firmare le nuove misure per rallentare il contagio da coronavirus. “Dopo mesi che facciamo proposte – ha attaccato il segretario della Lega – su lavoro, scuola, cassa integrazione e sanità e rimaniamo inascoltati, ho ricevuto una telefonata del premier dalla durata di 60 secondi stasera alle 21.31, prima di andare in diretta tivù”.




Vox

2 pensieri su “DPCM: Conte ignora l’opposizione, telefonata lampo a cose fatte”

Lascia un commento