Coronavirus, virologa Yan: “Patogeno creato in laboratorio dal Partito Comunista cinese” – VIDEO

Condividi!

“Non ci troviamo davanti a un virus naturale, ma a un patogeno artificiale rilasciato da un laboratorio”. La virologa Li-Meng Yan accusa la Cina di aver mentito sulla reale entità del Sars-Cov-2. “Nessuno sta dicendo la verità: anche l’Oms collabora con il Partito Comunista Cinese”.

“Presto pubblicherò un altro rapporto, oltre a quello che ho già diffuso. Conterrà molti dettagli specifici su come sia stato sviluppato il virus e su chi era in possesso delle sostanze utilizzate. A quel punto tutti potranno vedere che ho ragione”.

La dottoressa definisce la pandemia “una catastrofe storica che non sarebbe mai dovuta accadere”. “Il mercato di Wuhan è soltanto una scusa, non c’entra con la diffusione del virus”.




Vox

12 pensieri su “Coronavirus, virologa Yan: “Patogeno creato in laboratorio dal Partito Comunista cinese” – VIDEO”

      1. Pagherei per vivere in una realtà così. Chissenefrega che è una dittatura, almeno vivo coi miei simili. Non si capisce perché tutti i paesi del mondo possono vivere in società razzialmente omogenee, e solo quelli d’Europa no. Chi l’ha deciso?

        Tutti questi liberalprogressisti di m**da, che amano una società antiproibizionista, trasgressiva, multirazziale, multiconfessionale, multiminchia, ecc. ecc., ma perchè non si scelgono un’area del pianeta dove vivere loro da soli, invece di imporre agli altri la loro visione (stolta) di società.

  1. La pandemia non è respondabilità della Cina, ma è molto più probabile che la Cina sia stata vittima di un vile attentato con arma biologica da parte dei muslims e delle democrazie liberali, che hanno cercato di distruggere la produzione industriale cinese.

Lascia un commento