Albanese porta il coronavirus in Italia e muore: parenti minacciano medici

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Muore per Covid-19, i parenti minacciano medici ed infermieri. Si tratta di un albanese di 67 anni da tempo residente a Giulianova. Era rientrato da un soggiorno in Albania con i sintomi del coronavirus una decina di giorni fa. A renderlo noto e’ stato questa mattina il direttore generale della Asl, Maurizio Di Giosia: “Il paziente e’ morto in ospedale, a Teramo, affetto da Covid-19 – ha detto Di Giosia – aveva una patologia neoplastica grave e diffusa”. L’uomo e’ stata sopraffatto da una polmonite che ha invaso l’80 per cento dei polmoni e non ha avuto scampo. L’uomo e’ morto nella notte appena trascorsa. “Il paziente non e’ stato collaborativo circa le cure mediche – ha aggiunto Di Giosia – ed ha provocato la reazione dei parenti, alcuni sono arrivati a minacciare gli operatori sanitari”. “La situazione Covid nel Teramano in questo momento e’ grave” ha ammesso Di Giosia annunciando anche l’eventuale “non apertura delle scuole nel caso la situazione rimanesse tale”.

Chiudono le frontiere ai francesi e non a chi sbarca o a chi arriva da Paesi come l’Albania.




Vox

Lascia un commento