Dopo Referendum e Regionali il Parlamento è illegale: Mattarella deve sciogliere le Camere

Condividi!

“Se come sembra siamo di fronte all’affermazione del Sì al referendum, il dato che appare chiaro è che l’attuale parlamento non può votare il presidente della Repubblica”. Edoardo Rixi sgancia la bomba all’Adnkronos, commentando i primi risultati sulla consultazione popolare. La proiezione Opinio-Rai attesta la vittoria del Sì al 65,6% mentre il No si sarebbe fermato al 34,4%: tutto come previsto, anche se la forbice è stata meno ampia di quella prevista alla vigilia. “La riforma – ha ricordato il deputato leghista – prevede che ci siano 600 parlamentari, non gli attuali 945, un collegio di voti decisamente diverso”.

Non solo. Questo sarebbe, diciamo, un fattore tecnico. Ancora più grave, ma lo sapevamo già dalle precedenti tornate, l’ormai enorme discrasia tra volontà popolare e Parlamento: questi governano come se i grillini avessero più del 30 per cento mentre sono ormai sotto il 10. Come se Renzi guidasse uno dei primi partiti italiani, mentre non esiste dal punto di vista elettorale.

Se anche vincessero in Toscana di 3 punti, governano come se fossero avanti di 30 come accadeva cinque anni fa.

Questo Parlamento è ormai illegittimo. E dopo il referendum anche illegale.

Quando ti impediscono di votare. Quando con un colpo di palazzo mandano la maggioranza degli italiani all’opposizione. Quando con l’arroganza tipica delle minoranze promettono di devastare la tua terra con provvedimenti opposti di quelli votati dalla maggioranza, tutto diventa lecito per liberarsi di chi ruba la tua libertà.

E’ legittima difesa. Da oggi nessuna pietà. Dall’altra parte non ci sono avversari, ci sono nemici. Nemici che ci hanno rubato democrazia, libertà e che ci vogliono rubare anche il futuro. E’ il tempo. Quel tempo. Tira fuori le palle Salvini.

E questo non dimentichiamolo mai:

Di Maio, il 18 luglio: "Mai col Partito Di Bibbiano"

E ora fa il governo col Partito Di Bibbiano.

Posted by Forze Armate Italiane FF. AA. on Monday, August 19, 2019

Prima o poi gliela facciamo pagare. E quando sarà, nessuna pietà.




Vox

10 pensieri su “Dopo Referendum e Regionali il Parlamento è illegale: Mattarella deve sciogliere le Camere”

  1. Hanno perso la regione Marche,come la Calabria la volta scorsa,e la destra ha quindi due Regioni in più.Anche stavolta perdono e si dichiarano vincitori.Poi che strano,con i voti reali la destra scende sempre,storicamente,perché gli scrutatori sapendo la tendenza,provvedono durante lo scrutinio reale.

  2. Ha ragione Rixi. Poiché é prevalso il SI al referendum costituzionale che ha modificato la composizione dei due rami del parlamento, e nel luglio 2021 scatterà il semestre bianco di Mattarella, questi’ultimo é moralmente obbligato a scogliere le camere e a indire elezioni anticipate. Non ha senso eleggere un nuovo presidente in questa stessa legislatura in cui i parlamentari sono 945, se poi il suo settennato scatterà poco prima della prossima legislatura in cui saranno 600. Deve sciogliere le camere, indire elezioni anticipate con cui il parlamento viene rinnovato e ridotto nei seggi, il quale poi eleggerà il nuovo capo dello Stato.

  3. “Se come sembra siamo di fronte all’affermazione del Sì al referendum, il dato che appare chiaro è che l’attuale parlamento non può votare il presidente della Repubblica”.” e dove sarebbe scritto? Da nessuna parte ovviamente. Il ché significa che se lo è inventato Rixi senza la minima pezza di appoggio. Naturalmente può nel caso ricorrere alla Corte Costituzionale ma dubito che dalle chiacchiere passi ai fatti

  4. Ma vi pare che sciolgono le camere, ora che si stanno ringalluzzendo dicendo che bisogna fare le ‘riforme’, e mi tremano i polsi al pensiero di quali.
    Ci sarebbe un’unica riforma sensata, il semipresidenzialismo con elezione diretta del capo dello stato dotato di ampi poteri e bilanciato da un parlamento forte ed autorevole.

Lascia un commento