Filippo ammazzato da branco albanesi: prima lo pestano poi lo investono due volte con l’auto

Condividi!

Aggiornamento delle 20 dal giornale locale: i carabinieri di Bastia Umbra, guidati dal tenente collonnello Marco Vetrulli e coordinati dal pm Paolo Abbritti, hanno fermato 3 giovani sospettati di essere gli autori del pestaggio che ha portato al decesso di Filippo Limini. I ragazzi di origine albanese si trovano in caserma per gli interrogatori di rito. I reati contestati sarebbero quelli di rissa aggravata e omicidio preterintenzionale. La salma di Filippo attualmente si trova all’obitorio dell’ospedale Santa maria della Misericordia di Perugia: l’autopsia si dovrebbe svolgere nei prossimi giorni ma ancora non è stata stabilita la data precisa. Stando a quanto emerso, il giovane alla guida dell’auto (19 anni) non è lo stesso che ha sferrato il violento pugno che ha buttato a terra Limini pochi istanti prima che venisse investito. Nel frattempo è emerso che il suo corpo, coperto da un lenzuolo bianco posizionato dai suoi amici, è stato portato via soltanto intorno alle 9.

Un altro ragazzo italiano sacrificato sull’altare dell’integrazione.

Dal giornale locale di Spoleto:

Andare a ballare con gi amici e non tornare a casa vivi. E’ successo stanotte, al Country di Bastia Umbra, quando un gruppo di ragazzi spoletini è venuto alle mani con alcuni coetanei di origine albanese ma residenti in Umbria. Filippo Limini, 24 anni, corporatura minuta e carattere mite, non si sa bene per quali futili motivi si è ritrovato al centro della lite, consumatasi in due momenti distinti fuori dal locale. L’ultimo scontro, vicino al palazzetto, ha visto Limini cadere a terra dopo aver subito calci e pugni. A quel punto uno degli albanesi, salito a bordo di un’Opel Corsa nera, è passato due volte sopra il giovane spoletino, prima in retromarcia e poi nell’allontanarsi dal luogo della rissa.

VERIFICA LA NOTIZIA
Bastia Umbra, in provincia di Perugia: un 24enne di Spoleto è morto dopo esser stato prima pestato a sangue e poi investito per due volte dall’auto della comitiva rivale, nei pressi di un locale vicino al Palasport Giontella.
Rissa a Bastia Umbra

I due gruppi di ragazzi, per motivi ancora da accertare, si sono affrontati in un parcheggio alle 3 del mattino di Ferragosto.

Ad avere la peggio è stato il 24enne che, ancora a terra per i calci e i pugni ricevuti, è stato investito da un’auto in fuga. Almeno due degli aggressori sarebbero stati fermati e sono stati interrogati dai carabinieri della compagnia comando di Assisi.

VERIFICA LA NOTIZIA
Una lite che si è articolata in due momenti diversi e che ha visto coinvolti due gruppi di giovani uno proveniente da Spoleto e un altro non si ancora da dove, forse albanesi residenti a Bastia.

Sul profilo Facebook di Filippo Limini sono comparsi i primi messaggi di cordoglio e di incredulità. “Ciao Filì, non ci posso credere. Condoglianze a tutta la famiglia”. “Il sindaco e l’amministrazione tutta sono vicini alla famiglia del giovane, vittima dello sconvolgente episodio accaduto questa notte a Bastia Umbra”, scrive il sindaco Paola Lungarotti. “Il dolore non lascia spazio – aggiunge – a commenti o giudizi. Ora, è solo dolore”. Sulla pagina Facebook dell’Associazione Vaporetti Spoleto (Filippo faceva parte di un equipaggio) è stato pubblicato un post di cordoglio: “Ciao Filippo, te ne sei andato così velocemente e in modo così folle e ingiusto. Siamo tutti sconvolti e partecipiamo sinceramente al dolore della tua famiglia”.

Quando scatterà il tempo delle rappresaglie? Abbiamo importato dall’Albania migliaia di delinquenti, per venire in Italia non hanno necessità nemmeno del visto.

Siamo senza frontiere e i risultati sono questi.




Vox

4 pensieri su “Filippo ammazzato da branco albanesi: prima lo pestano poi lo investono due volte con l’auto”

  1. Andate tutti affanculo sindaci e co., permettete che impestino i vostri comuni xché sono ordini superiori ma niente é superiore alla vita dei vostri cittadini e poi le condoglianze!!!Squadroni di deportazione, colpevoli giustiziati dalla folla, vendette trasversali, parallele e a 360 contro questi immigrati di merda, se accogli sei colpevole, se accogli sei un assassino e come tale vai trattato!!!

  2. “Pesante l’ accusa :omicidio preterintenzionale e rissa aggravata. La svolta in serata, Il codice prevede da 10 a 18 anni di reclusione…
    Tra l’altro qualcuno avrebbe ammesso la propria responsabilità anche se ha giustificato l’accaduto come un incidente non voluto. Provano a derubricare le proprie colpe, attribuendogli una qualifica meno grave e diversa. Non ci sarebbe stata la volontà di uccidere Filippo, sarebbe stato un incidente dovuto alla necessità di scappare con l’auto…”
    http://www.umbriadomani.it/assisi/tre-giovani-albanesi-interrogati-dal-pm-abbritti-la-procura-ipotizza-lomicidio-da-chiarire-se-lopel-e-passata-una-seconda-volta-sul-corpo-di-filippo-248687/

    No comment.

    1. Già, tant’è che prima lo stira in retromarcia (e ti accorgi di aver schiacciato qualcosa), poi in avanti!Questo si chiama omicidio volontario con l’aggravanye dei futili motivi ma tanto se farà 1 o 2 anni dentro sarà tanto.Fossi il padre del ragazzo morto prima ti stermino la famiglia e gli amici, poi vengo a prendere te.

Lascia un commento