Clandestini arrivano direttamente in piazza paesino, Sindaco li porta a Palazzo Chigi

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
“Pago di tasca mia il bus e li porto sotto i portoni di Palazzo Chigi, così al Governo capiranno che l’emergenza migranti è una cosa seria”: lo ha affermato il sindaco di Gonars (Udine), Ivan Boemo, dopo aver trascorso la notte a fare la spola, alla guida del furgoncino del comune friulano, per trasferire alcuni richiedenti asilo dalla piazza del paese alla più vicina sede della Croce Rossa.

Roba da matti. Invece di respingerli in Slovenia li mettiamo in hotel. Visto che ora la Lamorgese ripristina l’accoglienza per tutti i clandestini, basta che chiedano asilo:

“Non esiste un protocollo, non sappiamo come muoverci e non ci sono indicazioni – l’accusa del primo cittadino, che amministra la comunità a capo di una giunta sostenuta da una civica di centrodestra -: ringrazio le forze dell’ordine per il sostegno, ma alla fine il problema resta in capo ai Comuni. Stanotte sono andato a prendere il mezzo nel deposito e ho portato i migranti, a mio rischio e pericolo, nel centro dove saranno sottoposti ai tamponi. Il costo per la gestione di questi ospiti, che si sono tutti dichiarati minorenni, anche se dall’aspetto non lo dimostravano, è di almeno 80 euro al giorno. Penso che vada cambiata la strategia complessiva, altrimenti di qui a poco il Friuli Venezia Giulia sarà invaso da queste persone, visto che i rintracci sono pressoché quotidiani”.

Una decina di richiedenti asilo, provenienti dall’Afghanistan, entrati in Italia attraverso la rotta balcanica, sono stati rintracciati la scorsa notte a Gonars (Udine). Da quanto si è appreso, i clandestini sono giunti nella piazza del paese in tre distinti momenti: poco dopo mezzanotte, alle 2 e alle 5, trasportati da alcuni furgoni che poi sono fuggiti. In totale sono scese dai veicoli una trentina di persone, gran parte delle quali si sono dileguate in varie direzioni. I dieci cittadini entrati clandestinamente, e fermati dalla Polizia Stradale, che si sono dichiarati tutti minorenni, sono stati accompagnati alla Croce Rossa di Palmanova per essere sottoposti al tampone anti-Covid: all’esito dell’esame si deciderà in quale struttura accoglierli per trascorrere la quarantena.




Vox

3 pensieri su “Clandestini arrivano direttamente in piazza paesino, Sindaco li porta a Palazzo Chigi”

  1. La strategia lampante è rivitalizzare il virus, farlo circolare, garantire una ripresa esplosiva per “essere costretti per il bene del paese” a reprimere di nuovo le nostre libertà (guarda caso si vota). Da cialtroni le scuse che non si possono rintracciare o per mare o per terra: equivale a sostenere che non abbiamo mezzi di contrasto e avvistamento di commandos ostili che entrassero militarmente nella nazione ? Buffoni.🇮🇹

  2. effettivamente, gli elementi per assestare una “bottarella-di-stato” ci sono tutti :
    una crisi economica devastante,
    una epidemia / pandemia forse mortale;
    Forze dell’Ordine codarde, sottopagate, angariate e demotivate;
    invasione prepotente di moltitudini di stranieri ignoti praticamente inassimilabili, spessissimo infetti, e non di rado dichiaratamente ostili; Enti Locali allo sbando; molti politicanti corrotti, elezioni rinviate con pretesti, …… cosa manca per un intervento delle Forze Armate ?

Lascia un commento