Cina, lockdown per peste bubbonica: consumo carne cruda

Condividi!

Nel frattempo, in Cina c’è la peste bubbonica. Nel 2019 un altro caso: alla base il consumo di animali crudi o poco cotti

Le autorità della regione cinese della Mongolia Interna hanno posto in isolamento un intero villaggio dopo la morte di un residente provocata dalla peste bubbonica: lo riporta la Cnn. Le autorità hanno sigillato il villaggio di Suji Xincun e sottoposto a test tutti gli abitanti, che sono risultati negativi. Nessun pericolo di contagio anche per le nove persone che erano entrate in contatto diretto con il paziente, sottoposte a quarantena preventiva.




Vox

9 pensieri su “Cina, lockdown per peste bubbonica: consumo carne cruda”

  1. ma ti ci metti pure tu?… quello che Greg chiama il “Ginovirus” è clinicamente INESISTENTE e oggi, in ogni caso, INOFFENSIVO… puoi intasare l’ItaGlia di razze di fango e di carbone che starnutossiscono… col sole e i suoi raggi ultravioletti questo non-essere al massimo ti procura, appunto, un lieve raffreddore. Certo se poi i camici bianchi assassini, su indicazioni superiori, ricominciano a intubare (come a Bergamo ùla ùla… MALEDETTI…) tornano anche i cadaveri – da cremare immediatamente, mi raccomando!

    1. Calmati Joe, ho detto che la gente è impestata e sicuramente è coronavirus, visto che in estate in 60 anni non ho mai visto tanti raffreddori. Un troione mi ha letteralmente starnutito in faccia passandomi accanto. Avevamo entrambe la mascherina ma sappiamo che non servono, a distanza di due ore ho già un principio di rafreddore. Ho il sospetto ed il timore che si annidi e rimanga silente per scatenarsi, eventualmente, in caso di problemi concreti, andando ad aggravare il quadro clinico. Il bello di Vox è poter parlare di tutto tra noi, come si farebbe tra vecchi amici. Confrontandoci emergono nuove idee. Intanto vado a farmi 2 gargarismi con l’aceto.

  2. Stai tranquillo: al massimo si tratta (ripeto: appunto) di simil-raffreddore. Assumi sostanziose dosi di Vit. C e tra poco ti ri-sentirai bene. Tutte panzane da società degli spettri quelle sparse, al riguardo, da governo e “opposizione”.

  3. Grazie dei consigli, farò delle belle spremute.
    I 5g li temo moltissimo, ma credo siano andati ben oltre i 5 eh! Ho notato che sono aumentati i ripetitori in città, sopra i palazzi, non so se li usano per amplificare il segnale. Sono ignorantissima. Purtroppo i proprietari degli alloggi sottostanti accettano di buon grado l’installazione perché chi mette le antenne paga l’amministrazione di condominio. Spesso non conoscono gli effetti nocivi, altre volte perché i proprietari hanno affittato l’appartamento e non gli frega, fatto sta che c’è pieno di questa spazzatura. Dicono che i danni maggiori della propagazione siano obliqui così che, anche chi abita accanto, in altri stabili, si becca le radiazioni.

Lascia un commento