Sardine esultano per i morti leghisti in Lombardia: “Ve lo meritate”

Condividi!

Le sardine, all’inizio negazioniste del coronavirus quando si chiedeva di tenere fuori dall’Italia i cinesi, sono ora i più invasati sostenitori del lockdown senza fine contro gli italiani che non votano sinistra. E individuano nella Lombardia leghista il loro bersaglio preferito.

“C’è un 30% di lombardi che tutto ciò non se lo merita, ma rimarranno come gli indiani”, si legge nella bacheca dell’Arcipelago delle Sardine. E c’è chi non ha usato mezzi termini per ribadire questo concetto: “State a casa vostra, ve lo meritate quello che è successo”.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Se ne stessero a casa loro!”. “Con le manifestazioni sperano di far estendere il virus e di trasferirlo ad altri. Ridateci i nostri soldi, ladri”, aggiunge un altro utente. Probabilmente non lo sapevate, ma la Lombardia se l’è cercata, vero? Follia. “Continuate a difendere questa gente. Vi meritate tutto”. E dopo le minacce che hanno costretto il governatore Attilio Fontana a finire sotto scorta, ecco che si presentano puntuali gli appellativi ingenerosi ai danni della popolazione lombarda: “Assassini, ce ne ricorderemo”; “Stupisce la loro mancanza di reazione, forse in un’altra regione li avrebbero cacciati”; “La Lombardia è bruciata e tutti hanno paura della Regione e dei lombardi”.

Ma è tutta la sinistra che si definisce ‘intellettuale’ ad avere l’ossessione del coronavirus che non c’è:

Gli ambienti di sinistra non hanno digerito le manifestazioni di Roma e, dal suo profilo Twitter, Giovanni Veronesi si è scagliato contro Salvini.

Posted by Il Giornale on Wednesday, June 3, 2020




5 pensieri su “Sardine esultano per i morti leghisti in Lombardia: “Ve lo meritate””

Lascia un commento