Coronavirus, il medico fa paura: “Si rischiano 600mila morti”

Condividi!

In presenza di numero catastrofici, sebbene nel caso si avverasse l’ipotesi peggiore, che ad oggi pare improbabile, un governo serio avrebbe preso provvedimenti draconiani per ridurre al minimo l’eventualità dell’ingresso del coronavirus in Italia. Invece hanno pensato al ‘razzismo’.

Marco De Nardin, medico rianimatore, in un’intervista all’edizione online di Libero spiega la situazione: “Il problema del coronavirus – spiega il noto dottore – non è la sua gravità, ma il fatto che è molto più infettivo dell’influenza, ciò vuol dire che si trasmette con enorme facilità”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Secondo De Nardin rischiano di essere contagiati circa 30 milioni visto che la stima potenziale di infettività si aggira intorno al 60%. Di conseguenza la mortalità, che è stimata tra l’1 e il 2%, potrebbe colpire tra le 300mila e le 600mila persone.

Coronavirus: “Nessuna emergenza, è solo influenza”

“Se state a casa – avvisa De Nardin – la gente si infetta poco alla volta. Molti non se ne accorgono. Gli altri, specialmente gli anziani, ma anche qualche giovane, noi medici e infermieri li prendiamo, li mettiamo in terapia intensiva, li curiamo e ve li restituiamo. Un poco alla volta”. “Se invece tutti escono di casa – chiosa De Nardin – il rischio è che si infettino tutti insieme e che quindi non riusciamo a gestirli, con un aumento importante della mortalità. Non dovete andare nel panico ma prendete la cosa seriamente. State a casa”.

Davanti a questi numeri, non sono stati capaci di bloccare il ritorno dei cinesi dalla Cina: non dovevano bloccare solo i voli, ma vietare il reingresso in Italia di immigrati cinesi e mettere in quarantena gli italiani che dalla Cina stavano tornando.

Ora contiamo 7 morti. Ma rischiamo – ripetiamo nella peggiore delle ipotesi come scrive Libero – 600mila vittime. Un’ecatombe. Ma forse è proprio sfoltire l’obiettivo: perché, o sono scemi, o sono criminali. Tertium non datur.

Parliamo dei nostri nonni, padri e madri. E ora sono in pericolo perché un governo di incapaci non ha fatto il proprio dovere.




3 pensieri su “Coronavirus, il medico fa paura: “Si rischiano 600mila morti””

  1. Il virus sfoltisce gli anziani, ma quel numero di 600.000 morti italiani in più nel 2020 da aggiungersi ai consueti 600.000 morti che avremmo avuto comunque mi sembrano un panicello caldo più che una catastrofe. E’ questo il massimo che sai fare smidollato di un coronavirus? E a che serve sbranare 600.000 vecchi, tu devi massacrarne 6.000.000 per aiutare l’Italia. Devi arrivare ai vertici delle istituzioni, ai senatori pannoloni, ai baroni, ai boiardi, ai vertici delle magistrature, alle Presidenze, si, anche a quella, che fa rima con … lla. Forza coronavirus, datti da fare, rompi l’assedio fuoriesci da quelle aree ristrette nelle quali vogliono relegati, scorazza per la penisola, terrorizza questo popolo di vigliacchi. SBRANA!

Lascia un commento