Toscana, in arrivo 2.500 cinesi da zone infette: nessuna quarantena come Niccolò

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Roba da matti. Sono 2500 i cinesi che stanno tornando – o dovrebbero tornare – in questi giorni in Toscana dalla Cina. Tutti residenti in Italia, che erano andati a festeggiare il loro Capodanno in patria.

Ad annunciarlo tutto bagnato il presidente della Regione, Enrico Rossi.

La maggior parte dei cinesi – ha spiegato sempre Rossi (il 90 per cento ndr) – proviene dallo Zhejiang: zona dell’epidemia e quarta regione per numero di casi accertati del virus.

Si tratta di circa 2.000 cinesi abitanti a Prato e 500 a Firenze. Il presidente ha anche specificato che nella provincia cinese di Zhejiang risultano ufficialmente “1.162 casi di contagio ad oggi”. In realtà i dati ufficiosi moltiplicano tutti i numeri ufficiali cinesi per 100. Ma, anche affidandoci ai dati del governo cinese, è folle fare entrare in Italia da una delle zone del contagio a migliaia di individui.

Perché permettiamo il rientro di una massa tale di cinesi dalle zone infette? Perché Niccolò è arrivato su una barella di bio-contenimento, e loro invece arriveranno belli liberi? E’ scandaloso:

Coronavirus, Niccolò sbarca blindato nella super barella e i clandestini senza controlli




3 pensieri su “Toscana, in arrivo 2.500 cinesi da zone infette: nessuna quarantena come Niccolò”

Lascia un commento