Raddoppiano richiedenti asilo col Pd al governo: pakistani, nigeriani e bangla

Condividi!

Ma non è tutto. I dati aggiornati ci dicono che il boom degli sbarchi targato Pd e l’assalto alla frontiera orientale iniziano a dare frutti per il governo abusivo.

VERIFICA LA NOTIZIA

I richiedenti asilo sono aumentati del 30 per cento. E in testa ci sono pakistani, nigeriani e bengalesi. E’ l’effetto PD. E nemmeno un profugo dall’unico paese in guerra, lo Yemen:

Ci dicono anche che oltre a non esserci famiglie, che sarebbe una situazione tipica di chi fugge da guerre e persecuzioni, l’80 per cento dei richiedenti asilo è maschio. Il resto sono prostitute nigeriane imbarcate dalla mafia nigeriana sulle navi delle Ong.

Salvini aveva azzerato gli sbarchi dei nigeriani. Il Pd ha ricominciato a traghettare la mafia nigeriana in Italia.

Che ben l’82 per cento dei richiedenti asilo è un clandestino. Questo grazie all’abrogazione della famigerata ‘protezione umanitaria’, quella di Oseghale. Quella che il Pd vuole rimettere per foraggiare le coop di partito.

Insomma: è un’invasione di afroislamici giovani e maschi. Un’invasione militare.

E se teniamo presente i numeri da quando non c’è più Salvini al Viminale, da agosto ad ottobre il numero dei richiedenti asilo è già cresciuto di quasi il 100 per cento.

Vista l’accelerazione degli sbarchi nelle ultime settimane, tenendo presente il trend, presto i richiedenti asilo raddoppieranno. Il business è ripreso.

Hanno dichiarato guerra agli italiani.




Lascia un commento