LIDL vendeva pasta “italiana” con grano straniero: multa milionaria

Condividi!

E’ la globalizzazione

VERIFICA LA NOTIZIA
La catena tedesca dei discount Lidl riceve una multa milionaria da parte dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato per prodotti spacciati per italiani che non lo erano.

L’accertamento condotto dall’Agcm ha riguardato due diverse linee di prodotti – “Italiamo” e “Combino” – le cui confezioni, spiegano dall’Autorità, sono “caratterizzate da elementi che enfatizzano di molto l’italianità del prodotto”. Un dettaglio importante, visto che gli acquirenti italiani attribuiscono, continua l’Agcm, “un grande rilievo all’informazione sull’origine del prodotto alimentare e delle materie prime, anche per ragioni legate al tema della sicurezza alimentare”.

Invece, nonostante il richiamo all’italianità del prodotto, una parte consistente del grano – in media superiore al 50% – utilizzato per realizzarlo non proveniva dall’Italia, anche se qui veniva macinato.

Pur indicando in piccolo la provenienza anche “non Ue” del grano, stando alle risultanze dell’istruttoria l’Autorità ha così ritenuto posta in essere una pratica commerciale scorretta: “a fronte della scelta del professionista di esaltare l’italianità del prodotto si rende necessario controbilanciare tale enfasi con una più evidente e contestuale indicazione dell’origine del grano duro in etichetta”, si legge nel provvedimento, al fine di evitare che l’acquirente “sia immediatamente e più incisivamente colpito dai claim di italianità e sia dunque portato a credere che la pasta di semola di grano duro sia prodotta con grano duro esclusivamente italiano”.

Giusto multare. Ma il problema è più ampio: è meno italiano un prodotto realizzato con grano canadese o uno realizzato con grano italiano e manodopera straniera?

Perché è ‘reato’ spacciare per italiano un prodotto realizzato all’estero e poi vorrebbero dirci che Balotelli è italiano?

E poi: come dirsi sovranisti e poi dare il via libera alla nascita in Italia di enormi catene commerciali che stanno desertificando il nostro commercio?




2 pensieri su “LIDL vendeva pasta “italiana” con grano straniero: multa milionaria”

  1. Stramonio, lo aveva fatto notare l’anno scorso:
    Italiamo = Italiani presi all’amo

    Ma molti ridacchiano senza capire, e come se nulla fosse,
    danno il loro consenso al 4° reich anche merkelico,
    seguitando a spendere le poche noccioline rimaste
    in tasca presso questi spacci criminali tedescoidi che
    provano (purtroppo per noi), con successo a venderci
    i loro scarti in molti casi, merci contraffatte e condite
    con batteri o chimica pesticida,come in questo caso,
    perchè per certi idioti italiani spicca solo lo scudetto
    tricolore con la scritta in bella evidenza: ” prodotto in italia”
    che non è certo ”prodotto italiano”.

    Se vado a cagare in Cile, sulla mia tortillas ancora calda,posso
    benissimo metterci la bandierina cilena e contemporaneamente strillare a tutti che l’ho prodotta in Cile,
    ma la merda proviene dal mio bel culone italiano
    quindi, una ottima garanzia per il popolo cileno.
    E comunque ci mettono ben poco a fotterci pure sui giochi di parole, affermando il falso.
    Mi riferisco ovviamente a LIDL & Penny marchett
    che hanno già distrutto le catene di supermercati italiani con la inesorabile
    sparizione a favore delle porcherie tedesche e di altri
    bastardi a cui l’economia italiana ha sempre sbarrato il passo.
    Si tratta di una ulteriore ”integrazione” (nel buco del c.),
    contemporanea alle altre, atte a distruggere un paese
    che dà loro molto fastidio.
    Un’altro dei simultanei attacchi a 360° della ”fratellanza” europea
    su ciò che resta dell’agonizzante territorio fu italiano

    Rammentate gente, che è inutile invitare dei serpenti sotto le vostre coperte a dormire o riposare con voi, convinti di aver fatto la migliore scelta del vostro libero arbitrio,
    applicando la vostra ”umanità”,

    consci che i serpenti null’altro
    possono che strisciare e mordere.

    Avete solo applicato la vostra umana e recidiva fatale stupidità

    e probabilmente senza possibilità ulteriore di rimediare.

    Rammentate gente, che è inutile invitare dei serpenti sotto le vostre coperte a dormire o riposare con voi, convinti di aver fatto la migliore scelta del vostro libero arbitrio,
    applicando la vostra ”umanità”,

    consci che i serpenti null’altro
    possono che strisciare e mordere.

    Avete solo applicato la vostra umana e recidiva fatale stupidità

    e probabilmente senza possibilità ulteriore di rimediare.

  2. ormai, anche se non parteggio italiani di certe regini, cerco di comprare italiano di certe regioni e mi informo di dove sono i tittolari . . . non mi piace ingrassare certi personaggi che vengono ingrassati a spese dei contribuenti sani delle altre regioni italiane . . . questa è una triste realtà, perché molte ditte vengono sovvenzionate dallo stato ladro come chi sovvenziona a discapito di chi ci mette del proprio e si vede diminuire le vendite perché oberato da tasse e balzelli vari inventati ed applicati quasi sempre da loschi personaggi della burocrazia estorsiva italiana sempre etnicamente e geneticamente originari di certe regioni . . . Chi si sente offeso, vuol dire che non accetta la verità che è sotto gli occhi di tutti e non c’è peggior cieco di chi non vuol vedere !!!!

Lascia un commento