Foggia, africani assediano la questura e liberano Mustafà: marciano verso il centro – VIDEO

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Prosegue senza sosta la violenta ‘protesta’ degli immigrati abusivi tra la Puglia e la Calabria, sobillati e guidati dall’estrema sinistra.

Dopo i disagi e gli scontri avvenuti nell’area del Grandapulia questa mattina:

Immigrati assaltano Polizia e minacciano: “Bloccheremo il Natale” – VIDEO

Il branco di africani che minacciavano di “bloccare il Natale” ha raggiunto la Questura di Foggia dove un loro sodale era stato portato per aver aggredito due agenti.

Al grido ‘Ridateci Mustafà’, un centinaio di immigrati ha bloccato l’incrocio davanti alla questura esigendo la liberazione del delinquente. Sembrerebbe che Mustafà sia stato rilasciato e i manifestanti, ottenuta la liberazione, si sono spostati in centro.

Siamo in guerra:

GUERRIGLIA AFRICANA CONTRO LA POLIZIA: SINISTRA ARRUOLA IMMIGRATI CONTRO L’ITALIA – VIDEO CHOC




3 pensieri su “Foggia, africani assediano la questura e liberano Mustafà: marciano verso il centro – VIDEO”

  1. Visto cosa fanno gli africani? Protestano veramente. E noi italiani che siamo a casa nostra non facciamo niente? A Prigi protestano in strada per le pensioni. E noi buoni buoni con un bell’aumento di 3 euro all’anno? Perchè nessuo italiano protesta mai ma se ne sta in poltrona a brontolare? Svegliatevi italiani, ma che gente siete? Si deve lottare come fanno gli altri. In Germania ridono di noi, in Francia pure. Altro che popolo bue. Popolo di pecoroni

  2. Visto cosa fanno gli africani? Protestano veramente. E noi italiani che siamo a casa nostra non facciamo niente? A Prigi protestano in strada per le pensioni. E noi buoni buoni con un bell’aumento di 3 euro all’anno? Perchè nessun italiano protesta mai,vma se ne sta in poltrona a brontolare? Svegliatevi italiani, ma che gente siete? Si deve lottare come fanno gli altri. In Germania ridono di noi, in Francia pure. Altro che popolo bue. Popolo di pecoroni

    1. La censura imposta ai media funziona e molti trovano più comodo e confortante non sapere.
      Chi legge Vox, il Primato ecc. invece non ha paura di sapere anche se quello che sta accadendo é mostruoso.
      Al momento non c’è vera organizzazione ma siamo moltissimi ad averne le palle piene!
      Quando scoppierà il gran casino (perché accadrà), non so se ci sarà un fronte organizzato o meno ma é certo che i kompagni si troveranno davanti il peggiore dei loro incubi e non potranno scappare.

Lascia un commento