Grillo vuole togliere il voto ai vecchi per darlo ai ‘giovani’

Condividi!

L’ultima idea di Grilleggio:

La democrazia non è un valore in sé, ha valore solo perché tenta di rappresentare la volontà di tutti i cittadini. Altrimenti ci possono essere tanti motivi per togliere il voto a qualcuno: il quoziente intellettivo, il censo, la fedina penale.

Se elimini un’intera categoria di persone in base all’età, non solo mini la democrazia, ma rendi anche la rappresentazione squilibrata.

Ma l’obiettivo finale è sempre quello: sostituirvi, e farlo in più in fretta possibile.




2 pensieri su “Grillo vuole togliere il voto ai vecchi per darlo ai ‘giovani’”

  1. Grillo farà la fine che hanno fatto tutti i dittatori, e con lui i suoi compagni di merende, insediati abusivamente. Ricordo che gli ultimi omicidi di stato risalgono a qualche anno fa, non dobbiamo andare a cercare nei libri di storia, bastano i quotidiani in qualsiasi biblioteca nel reparto “arretrati”
    Spero che la fine di questa farsa sia imminente.
    È un po’ che si accaniscono con la terza età, tanto che avevamo parlato proprio qua, mesi fa, di quel film degli anni 70′ del fine vita di cui parla ora il Prof. Becchi. Le violenze perpetrate all’interno degli ospizi è molto probabile che siano il frutto di circolari inviate dallo stato, guarda caso le strutture sono piene di infermiere/i straniere/i, gente senza onore che passerebbe sopra il cadavere della propria madre pur di guadagnare in modo lecito o illecito, indifferentemente.

Lascia un commento