M5s si spacca in 2: Rousseau approva alleanza con PD in Umbria, disperati

Condividi!

Alla votazione online su Rousseau per approvare o meno l’alleanza per le prossime regionali in Umbria con il PD hanno partecipato solo 35.036 iscritti e gli attivisti del M5s si sono spaccati in due. I risultati delle votazioni: SI’: 21.320 (60,9%); NO: 13.716 (39,1%).

“Il Movimento 5 Stelle sosterrà pertan-
to un candidato presidente civico nelle
prossime elezioni regionali in Umbria”,
conferma il Blog delle Stelle.

Una mossa disperata.

Tra Stefania Proietti (sostenuta da Di
Maio) e Andrea Fora (appoggiato dal Pd)
spunta il terzo nome come candidata
alla presidenza della Regione Umbria.

Secondo quanto riferiscono fonti M5s,
si sarebbe trovato un accordo su Fran-
cesca Di Maolo, presidente dell’Istitu-
to Serafico di Assisi.

Questi erano pronti da mesi. Salvini ha fatto bene a fare saltare il banco. Che vadano all’inferno insieme.




2 pensieri su “M5s si spacca in 2: Rousseau approva alleanza con PD in Umbria, disperati”

  1. Il piano A penso fosse di bollire Salvini e la lega a fuoco lento,facendo finta di essere alleati ma in realta’ lavorando contro.Il piano B e’ una specie di ‘muoia Sansone con tutti i filistei’:menare fendenti al paese cercando di disarticolarlo e di cambiarne il quadro etnico.Ovviamente non sperano di continuare a fare politica,’qualcuno’ deve averli riccamente ricompensati.

Lascia un commento