Milano, immigrato vede bambina sola e decide di stuprarla

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Era ospite di amici per in un condominio di Pioltello, Milano. E, alle undici di sabato sera, si è imbattuto in una bambina di 11 anni che vive nel palazzo e che stava scendendo da sola con i sacchi dell’immondizia per lasciarli nel locale spazzatura dell’edificio.

Ha deciso che doveva stuprarla.

Così è rimasto nascosto finché la piccola, depositati i sacchi, non è uscita in direzione delle scale, e l’ha bloccata con l’intenzione di violentarla. L’11enne si è ribellata gridando e tirando calci.

Ha sentito tutto lo zio della bambina, che è corso ad aiutare la nipotina strappandola letteralmente dalle mani dell’immigrato, un 24enne nato in Perù e residente a Novara.

Ora è a San Vittore in attesa della direttissima. Quanto alla bambina, è stata accompagnata alla clinica Mangiagalli di Milano ed è stata poi dimessa in codice verde senza prognosi. Sta bene, quindi, almeno dal punto di vista fisico. Ma è già stato programmato un consulto psicologico per valutare la situazione in tutta la sua completezza e delicatezza.




Un pensiero su “Milano, immigrato vede bambina sola e decide di stuprarla”

  1. Menomale che c’è stato lo zio, altrimenti lo stupro si sarebbe consumato. Però mandare una bambina di soli 11 anni alle undici di sera in strada per gettare la spazzatura, non mi pare una cosa di buonsenso. Ci poteva andare suo padre.

Lascia un commento