Salvini respinge nave Ong anche senza essere ministro

Condividi!

Intanto, in mare comanda ancora Salvini. E la Guardia Costiera non può che rispondere picche alla nave Alan Kurdi dell’ong tedesca Sea Eye che, per l’ennesima volta, chiedeva l’ingresso in acque italiane:

Salvini ha firmato il divieto prima di lasciare il Viminale valendosi del decreto sicurezza bis. Il problema è che le prossime navi non troveranno nessuno a firmare il divieto.




3 pensieri su “Salvini respinge nave Ong anche senza essere ministro”

  1. Se la tua tesi fosse giusta, Genova sarebbe già dovuta insorgere no? Invece sono così contenti di averne sempre più, quando si è presentata l’occasione di ascoltare un programma di destra mettono a ferro e fuoco la città. Non permettergli di parlare, era essenziale per i comunisti, hai visto mai che altri potevano apprezzare! Ma potevano dormire tra due cuscini perché non c’era nessuno. Questo da un idea di come certe zone del paese siano appagate dalla loro presenza e siano considerati veramente risorse. Io provo vergogna, provo disagio per avere concittadini di questa bassezza morale, tuttavia è corretto divulgare, in modo che si sappia quanto sono stronzi i genovesi.

    1. Verbi al passato, verbi al presente, scusate eh ma dal quadratino dal quale scrivo non riesco a capire quanto c’è sopra, lo vedo per intero solo quando l’ho irrimediabilmente pubblicato ihihihi

Lascia un commento