Di Maio vende i bambini di Bibbiano al PD in cambio delle poltrone – VIDEO

Condividi!

Di Maio, solo un mese fa, assicurava “mai col Partito Di Bibbiano che fa l’elettroshock ai bambini per toglierli ai genitori”:

Di Maio, il 18 luglio: "Mai col Partito Di Bibbiano"

E ora fa il governo col Partito Di Bibbiano.

Posted by Forze Armate Italiane FF. AA. on Monday, August 19, 2019

Ora trama con il Partito Di Bibbiano per fare il ribaltone. E lo fa proprio con la lobby di Bibbiano.

L’incontro dell’altra sera tra Di Maio e Zingaretti, infatti, è stato organizzato dall’attivista gay Spadafora. Che era garante all’Infanzia mentre a Bibbiano si ‘rubavano’ i bambini.

Chi era il garante per l’infanzia mentre a Bibbiano, e anche in altre parti d’Italia, si ‘rubavano’ i bambini sotto la supervisione di sindaci PD?

VERIFICA LA NOTIZIA

La figura è stata istituita nel novembre del 2011, e fino ad aprile 2016 la carica era ricoperta dall’attuale sottosegretario grillino Vincenzo Spadafora, noto frequentatore di gay pride e difensore dei “diritti” Lgbt, stretto collaboratore di Luigi Di Maio e già consulente di Mastella in Regione Campania, di Pecoraro Scanio e di Rutelli.

Nonché critico contro Salvini per gli attacchi ‘sessisti’ contro Carola Rackete. Favorevole alle adozioni gay, che sono un’evoluzione degli affidi di Bibbiano.

Ora. Dove guardava l’attuale garante ce lo hanno detto i suoi colleghi:

Bibbiano, il Garante dell’Infanzia nominato dal Pd sapeva e non ha fatto nulla?

E Spadafora, in quei sei lunghi anni, dove cazzo guardava? Anche lui è uno dei mostri di Bibbiano: perché non ha vigilato. Non ha garantito i bambini che doveva garantire. E ora vuole il governo con il Partito Di Bibbiano. Per insabbiare tutto?

Non è un caso che sia il più attivo nel cercare il governo del ribaltone:

Quello che vogliono mettere su è il governo di Bibbiano. Devono essere abbattuti. Costi quello che costi.

Come può essere credibile uno così:

Di Maio, il 18 luglio: "Mai col Partito Di Bibbiano"

E ora fa il governo col Partito Di Bibbiano.

Posted by Forze Armate Italiane FF. AA. on Monday, August 19, 2019




3 pensieri su “Di Maio vende i bambini di Bibbiano al PD in cambio delle poltrone – VIDEO”

  1. contro il sistema LEGA ARABA sharia jihad? si deve prendere posizione! Bolsonaro Trump Salvini China UN Russia] in Palestine Islam sharia jihad considers itself entitled to establish Islamic terrorism, jihadist galaxy, all over the world!
    against the LEGA ARABA sharia jihad system? you must take a stand!
    worldisraelnews com/brazilian-university-calls-off-speech-on-the-middle-east-due-to-muslim-threats/
    in Palestina Islam sharia jihad si ritiene in diritto di impiantare il terrorismo islamico, galassia jihadista, in tutto il mondo!
    contro il sistema LEGA ARABA sharia jihad? si deve prendere posizione!

  2. Di Maio vende i bambini di Bibbiano al PD in cambio delle poltrone – VIDEO voxnews info/2019/08/26/di-maio-vende-i-bambini-di-bibbiano-al-pd-in-cambio-delle-poltrone-video/
    1/3 del Pd e 2/3 del M5S perderebbero le poltrone!
    è chiaro che: Mattarella Merkel Belzebul LGBTQ Macron Ursula faranno calpestare il popolo italiano: adesso!
    dobbiamo porre fine ad una democrazia parlamentare per introdurre una democrazia sempre elettiva!

  3. Medio Oriente dei demoni Allah sharia uh jihad akbar: morte a tutti gli infedeli kafir dhimmis murtidi.
    #Iran vende greggio petroliera Darya 1. il ‘Carico è di 2,1 milioni di barili ad acquirente ignoto Erdogan’
    Erdogan ha una lunga carriera di genocidi e di acquisti da ISIS come Putin può dimostrare (cioè se, lui non avesse già venduto anche la sua seconda moglie)

    facebook com/forzearmateitalianeffaa/videos/2430968413840305/ Quello che vogliono mettere su è il governo di #Bibbiano. #Pd (fuxia) e M5S (giallo) lgbt culto: devono essere svergognati. Costi quello che costi. Come può essere credibile un Di Maio così:
    così, sta facedo proprio un governo giallo-fuxia-Bilderberg!
    non so io se il popolo italiano potrà sopravvivere anche a tutto questo!

Lascia un commento