M5s perde pezzi, Paragone verso addio se nasce governo del ribaltone

Condividi!

«Nel caso di accordo con la Lega resto nel gruppo parlamentare M5S. Nel caso di un accordo con il Partito democratico vediamo».

VERIFICA LA NOTIZIA

Gianluigi Paragone non vuole il governo del ribaltone con il Pd. Uno dei pochi che nel M5s ha una dignità. Certamente non ce l’ha Di Maio:

Di Maio, il 18 luglio: "Mai col Partito Di Bibbiano"

E ora fa il governo col Partito Di Bibbiano.

Posted by Forze Armate Italiane FF. AA. on Monday, August 19, 2019

«Io voglio vedere questo governo. Poi, magari, ripeto, mi sorprenderanno tutti. Metteranno una figura come Stefano Fassina o Emiliano Brancaccio ministro dell’Economia».

E Conte? «Gli manca forse un po’ di malizia», risponde ad Agorà. «Credo che anche nel discorso dell’altro giorno forse mi sarei coperto un po’ di più… In politica mai dire mai». E aggiunge: «Così come Salvini ha ammesso di aver sbagliato, penso che anche Conte possa rivedere le proprie posizioni».

«Avviso e cerco di mettere tutti in guardia», conclude Paragone. «Il blocco moderato si sta organizzando molto bene. Ecco perché il Movimento, secondo me, deve tornare a essere il Movimento che ha caratterizzato gli ultimi anni della politica italiana. Un Movimento che è contro il sistema. State attenti perché il blocco moderato non si coagulerà attorno all’asse Pd-M5S, ma attorno a questi nuovi personaggi tra cui sicuramente vedremo, non so quando, ma in un tempo non lontano, Urbano Cairo».

Cairo? Ha il carisma di un coccodrillo in coma.




Un pensiero su “M5s perde pezzi, Paragone verso addio se nasce governo del ribaltone”

  1. Comunque il coccodrillo morto oggi ha chiacchierato e ha attaccato Salvini. Ad ognuno il suo Calenda. Faccio fatica a trovargli in effetti una collocazione “moderata”.
    Una delle cose che mi sembrano sfuggire ai politici è che la gente ha bisogno di risolvere un problema “urgente” ed evidente, quindi gli schieramenti possibili sono soltanto due: o risolvi il problema e allora si torna a parlare di tutto un po’ oppure lo alimenti e alla fine la gente ti dà fuoco alla casa.

Lascia un commento