Gli tolgono figlie per darle a famiglia islamica: svedese fugge e chiede asilo in Polonia

Condividi!

La Guardia di frontiera polacca si è trovata davanti ad un’insolita situazione, durante l’ispezione di cittadini stranieri presso l’aeroporto Okecie: tre ragazzine appena sbarcate insieme al padre erano ricercate dalle autorità svedesi perché ‘rapite’.

VERIFICA LA NOTIZIA

Dopo una serie di indagini, la polizia polacca ha scoperto che Denis Lisov, questo il nome del padre, un uomo di etnia russa, era fuggito dalla Svezia perché lo Stato svedese gliele aveva tolte, affidandole ad una famiglia adottiva musulmana, e poteva vederle solo per sei ore alla settimana. Incredibile.

La giustizia locale si è dimostrata tale. La corte polacca incaricata del caso ha deciso che i bambini devono rimanere con il loro padre. Perché in Polonia vige ancora il buonsenso. Questo perché è favorevole al benessere dei minori, lasciarli alle cure del padre, ha detto il giudice Zaneta Selig-Kaczmarek, che ha voluto personalmente sentire i bambini: “Sono molto legati al padre. Parlando con me, hanno detto chiaramente che vogliono stare con il padre, amano il loro papà e non vogliono separarsi da lui”.

Il ministro dell’Interno polacco ha celebrato con gioia la decisione del tribunale:

Ora la Polonia sembra decisa a concedere asilo politico alla famiglia per evitare che la Svezia chieda l’estradizione per rapire – questo il termine corretto – le tre ragazzine e darle ai musulmani.




3 pensieri su “Gli tolgono figlie per darle a famiglia islamica: svedese fugge e chiede asilo in Polonia”

  1. Io sono un razzista sostenitore della superiorità della razza bianca…MA con delle eccezioni. Gli svedesi sono pure bianchi, così come i tedeschi e i francesi, MA si sono dimostrati MENO intelligenti degli arabi, dai quali si sono lasciati invadere e conquistare senza opporre alcuna resistenza, anzi spesso andandoli a prendere a spese proprie. Perciò la teoria della superiorità della razza bianca va a farsi strabenedire. I bianchi soffrono, più dei neri, di malattie mentali nonostante il QI mediamente più alto. Se non si mette in opera un serio piano di eugenetica per ripulire la razza dalle malattie mentali, siamo finiti. L’unica speranza che ci rimane sono i polacchi e gli ungheresi. Forse la razza bianca si salverà grazie a loro. Ma come faranno due piccole ed indifese nazioni a non farsi invadere…

Lascia un commento