Perquisisce alunno straniero per furto in classe: maestra indagata!

Condividi!

Una maestra di una scuola elementare nel Padovano è indagata per “perquisizione arbitraria”. La sua colpa? Avere perquisito un alunno straniero ritenuto responsabile di un furto in classe. La maestra è stata denunciata e i carabinieri stanno facendo ora una serie di accertamenti. Di questo si occupano i magistrati. Se una maestra non può nemmeno ‘perquisire’ un alunno ritenuto responsabile di un furto, evidentemente perché già responsabile in altre occasioni, allora chiudiamo direttamente le scuole. O avremo le scuole pubbliche francesi.

VERIFICA LA NOTIZIA

I fatti risalgono a gennaio. La maestra lo ha perquisito, mettendogli le mani nelle tasche del giubbetto, della felpa, dei pantaloni e la cartella. Lasciandolo poi andare quando non è riuscita a trovare l’oggetto.

La maestra, padovana di 40 anni, è stata denunciata e i carabinieri stanno facendo ora una serie di accertamenti. Sono già stati sentiti insegnanti, genitori e bambini (!!!) della stessa classe alla presenza di alcune psicologhe, per capire se la maestra si è comportata in modo simile anche in passato.

Alla gogna, sia convocato il sinedrio!




Lascia un commento