Profugo uccide ragazzine: non era stato espulso perché nel suo paese condannato a morte

Condividi!

Novità su questa notizia:

Ragazzina accoltellata a morte dal fidanzato profugo

Il richiedente asilo afghano che ha ucciso la ragazzina di 16 anni, arrivato in Austria con l’ondata del 2016, aveva ricevuto un diniego dalle autorità austriache. Ma non era stato possibile espellerlo, perché avendo ucciso un uomo in Afghanistan, una volta rimpatriato sarebbe stato processato e avrebbe rischiato la pena di morte.

VERIFICA LA NOTIZIA

E’ l’ideologia dei ‘diritti umani’ che ci fotte. Ne siamo patologicamente ammalati. Ne stiamo morendo.




3 pensieri su “Profugo uccide ragazzine: non era stato espulso perché nel suo paese condannato a morte”

  1. Quindi questo a17 anni (ma ne avra’ come minimo 23)ha gia’ ucciso di sicuro due persone(ma probabilmente di piu’)E noi europei dobbiamo tenercelo in nome di ‘Cristo migrante’.Buon affare,come dice l’ex stasi: i migranti portano benessere.

Lascia un commento