Capotreno aggredito, africano si difende: ‘Volevo pagare con carta di credito’

Condividi!

Ricordate il capotreno licenziato perché ha ‘osato’ chiedere il biglietto al solito africano?

Capostazione licenziato, Trenord rivuole indietro anche lo stipendio

Anche l’africano è sotto processo, ed ha già ottenuto uno sconto di pena preventivo.

«Non sono riuscito a fare il biglietto prima di salire sul treno, perché ero in ritardo e c’era coda. Io volevo pagare, ma il capotreno ha gettato via la mia carta di credito prepagata». Così si è difeso oggi, davanti al gup del tribunale di Brescia, Moussa Diatta, il senegalese di 23 anni ammesso all’abbreviato, e quindi con sconto di pena preventivo di 1/3.

L’africano è imputato di aver aggredito e rapinato, il 23 settembre scorso sul regionale Brescia-Cremona, il capotreno Giordano Stagnati, tre mesi dopo licenziato da Trenord per aver trattato male il fancazzista. Licenziamento che Stagnati ha impugnato.

VERIFICA LA NOTIZIA



Lascia un commento