Terrorista islamico sbarca a Linosa: “Pronto ad attentato”

Condividi!

L’immigrato era residente a Vimercate (Monza) ed era in contatto con un suo connazionale localizzato. Era pronto a compiere un gesto eclatante.

Il terrorista islamico era già stato espulso nel 2015 con un provvedimento del ministro dell’Interno emesso per motivi di sicurezza dello Stato. Il 24 giugno scorso è stato individuato nel tentativo di rientrare in Italia dalla frontiera di Linosa insieme ad altri clandestini, tra cui un altro cittadino tunisino anch’egli precedentemente espulso per motivi di sicurezza nazionale.

Insomma, questi vengono espulsi e tornano sui barconi. Coi quali, ci dicevano, i terroristi non sbarcano. Invece lo fanno. E questo apre la questione: dove finiscono tutte le migliaia di tunisini degli sbarchi fantasma? Sono terroristi?

Anche il Giornale si accoda alla fake news del cosiddetto ‘estremismo religioso’:

Un’altra espulsione – la ventiseiesima del 2018 – per estremismo religioso. Questa volta si tratta di cittadino tunisino di 41 annni rimpatriato per motivi di sicurezza dello Stato.

In totale sono 263 i soggetti gravitanti in ambienti dell’estremismo religioso espulsi con accompagnamento nel proprio Paese, dal 1° gennaio 2015 ad oggi.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’uomo era residente a Vimercate (Monza/Brianza) ed era in contatto con un suo connazionale foreign fighter, localizzato in Siria nonché per aver esternato sentimenti di odio nei confronti dell’Italia e per la sua disponibilità a compiere un gesto eclatante.

Inoltre, lo straniero era già stato espulso nel 2015 con un provvedimento del ministro dell’Interno emesso per motivi di sicurezza dello Stato. Il 24 giugno scorso è stato individuato nel tentativo di rientrare in Italia dalla frontiera di Linosa insieme ad altri migranti, tra cui un altro cittadino tunisino anch’egli precedentemente espulso per motivi di sicurezza nazionale.

Insomma, i terroristi islamici sbarcano a Linosa. Arrivano con i barconi. Ah, si chiama estremismo islamico. Ormai i media di distrazione di massa non hanno pudore.




Lascia un commento