Musulmani: “No a governo guidato da Salvini”

Condividi!

Puntavano sulla vittoria del PD o, in seconda battuta, del M5s, invece si ritrovano con Salvini possibile premier, seppure senza maggioranza: “Non nascondiamo timori per il mondo arabo e musulmano, e per gli africani a seguito del risultato elettorale, specie al Nord dove si è affermata la Lega e alcuni esponenti già cominciano a minacciare una stretta sugli immigrati”. Si chiama democrazia.

Ad esprimere preoccupazione Foad Aodi, presidente delle Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai) e dell’Associazione Medici d’origine Straniera in Italia (Amsi) che in un’intervista all’Adnkronos ha promesso, bontà sua, di “rispettare l’esito delle urne”, ma di essere allarmato dalla prospettiva di un eventuale governo guidato da Matteo Salvini.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Il timore sentito maggiormente dagli stranieri che vivono in Italia è quello di essere identificati come cittadini arabi, musulmani, africani e non come cittadini italiani, mettendo così a rischio la buona convivenza che stiamo difendendo con i denti da anni”, ha spiegato Aodi. Per il presidente delle Co-mai a penalizzare, invece, la sinistra e in generale “le forze politiche che hanno sempre lavorato per l’integrazione e il dialogo”, è stato il fatto di non aver “parlato a sufficienza di immigrazione” durante la campagna elettorale e di “non aver presentato alcun candidato di origine straniera”. Non siete italiani. Come non lo è, del resto, Toni Iwobi, nonostante sia un’ottima persona.




Lascia un commento