Democrazia vigilata, giudici cancellano il voto di 334 cittadini

Condividi!

Ricordate Fiamma Negrini, regolarmente eletta in provincia di Mantova dal voto dei cittadini?

DEMOCRAZIA VIGILATA: CONSIGLIERE ‘FASCI DEL LAVORO’ INDAGATA PERCHE’ I CITTADINI L’HANNO VOTATA

Bene, esce fuori che la democrazia non è poi così democratica. E diremmo lo stesso nel caso di un movimento di estrema sinistra.

Fiamma Negrini non è più consigliere comunale del Comune di Sermide e Felonica: il Tribunale amministrativo regionale di Brescia ha dichiarato illegittima la partecipazione della lista Fasci italiani del lavoro alla competizione elettorale per il Comune del 2017, escludendola. È stata cassata invece la richiesta di nuove elezioni.

La sentenza è arrivata nella tarda mattinata di giovedì, dopo che le parti in causa erano state sentite mercoledì mattina. Due cittadini di Sermide e Felonica avevano sottoscritto il ricorso promosso e sostento dal Movimento 5 stelle dopo l’elezione in consiglio comunale della candidata sindaco dei Fasci. La formazione aveva conquistato 334 voti alle elezioni dello scorso 11 giugno e questo aveva fatto molto discutere, in quanto ad avviso di molti il partito della Negrini sarebbe di impronta neo fascista, sia nei simboli che nell’ideologia. I riflettori dell’opinione pubblica e della politica nazionale si erano accesi sul piccolo Comune del Mantovano. Poi, al limite dei termini previsti, era arrivato il ricorso promosso dal Movimento 5 stelle.

E’ pericoloso quando non si rispetta il voto dei cittadini, questi potrebbero convincersi che vanno prese altre strade, anche violente.




Lascia un commento