Bergoglio: “Aria malsana per pregiudizi contro gli stranieri”

Condividi!

Oggi Bergoglio ha fatto un discorso nella sala Clementina del palazzo Apostolico, rivolto ai rappresentanti dell’Aimc, l’Associazione italiana maestri cattolici, ricevuti in Vaticano. E, indovinate di cosa ha parlato? Si, avete indovinato:

“Liberarci dal pregiudizio diffuso secondo il quale per valere bisogna essere competitivi, aggressivi, duri verso gli altri, specialmente verso chi è diverso, straniero o chi in qualsiasi modo è visto come ostacolo alla propria affermazione: questa purtroppo è una ‘aria che spesso i nostri bambini respirano e il rimedio è fare in modo che possano respirare un’aria diversa, più sana, più umana”.

Li mette ovunque. Forse i suggeritori dovrebbero cominciare a suggerire a Bergoglio di non esagerare, ormai siamo alla fase in cui l’ossessione sfocia nel delirio.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il Pontefice invita a promuovere la cultura della sottomissione al diverso e incoraggia a farlo in maniera ancora più capillare e invasiva. In effetti, in questa sfida culturale sono decisive le basi che vengono inculcate negli anni dell’educazione primaria dei bambini, che vanno lobotomizzati fin dalla più tenera età.



Lascia un commento