No, non era Riina: era il funerale della Mafia nigeriana

L’ultima emergenza ‘fake news’ è una foto di Maria Elena Boschi e Laura Boldrini al funerale di Totò Riina. Ovviamente nessuna persona dotata di raziocinio può credere che due politici andrebbero ad un funerale pubblico di un boss, semmai lo bacerebbero in segreto. Funerale che, tra l’altro, nemmeno c’è stato.

Controllano tutto il complesso mediatico, dalla Rai ai giornali, passando per Mediaset che certo non è contro il Sistema, eppure si innervosiscono per una burla condivisa in rete da un singolo profilo Facebook. Sintomo di profonda debolezza, è infatti tipico dei regimi in fase finale reprimere il dissenso e la libertà di espressione. C’è sempre uno scatto di nervi prima del decesso.

Nessuno aveva notato la foto, fino a che la stessa Boschi, in crisi di astinenza da notorietà, l’ha rilanciata sui suoi profili social. Il che ha dato la stura alla richiesta di censurare la Rete.

Vabbè. Però c’è un però. Il burlone che ha diffuso il fake non è andato molto lontano dalla realtà. Involontariamente, di certo. La foto, infatti, è stata scattata in questa occasione:

FERMO: INIZIATO FUNERALE CLANDESTINO, CELEBRA DON EURO, PRESENTA BOLDRINI

I funerali del clandestino nigeriano che morì mentre sprangava un ragazzo di Fermo. Tutto appurato con certezza dopo che i politici crearono un finto martire. Quel Namdi che, secondo un’informativa della Polizia, era vicino alla mafia nigeriana, visto che un gruppo di uomini indossò i colori tipici dei famigerati Black Axe proprio durante le esequie. Ergo la terza carica dello Stato e l’allora ministro Boschi parteciparono ai funerali di un piccolo boss nigeriano.

Mafiosi nigeriani ai funerali con Boschi

Almeno secondo l’informativa della Polizia:

FERMO: EMMANUEL MEMBRO MAFIA NIGERIANA – FOTO

A volte le bufale finiscono per essere più vicine alla realtà di quanto pensi chi le pubblica.



Lascia un commento